Creare un sito completo in ASP.Net – “Hello, World!”



Introduzione
Dei molti programmatori web che ho conosciuto finora, il 75% circa di loro ha utilizzato/utilizza come linguaggio di programmazione Php e come base dati il server db MySql: entrambi i prodotti open source, ottima accoppiata per sviluppare siti web professionali e non.

Un’alternativa valida a questo inossidabile “duo” può essere composta dal linguaggio ASP.Net associato ad un database Microsoft Access per la persistenza dei dati.
In questo articolo voglio quindi mostrare step-by-step le procedure da seguire per realizzare un ambiente leggerissimo (installabile persino su un dischetto floppy) e completo (comprensivo di web server) in grado di ospitare ed eseguire un sito web dinamico (in questo caso realizzeremo la classica applicazione di “Hello, World!”).

Web Server ASP.Net – Cassini
Come molti sapranno il più noto web server in grado di compilare/eseguire pagine scritte in Active Server Pages (ASP) è Microsoft Internet Information Services (IIS)*.
E’ integrato in alcune versioni di Windows, ma non tutte sfortunatamente (ad esempio Windows XP Home Edition ne è sprovvisto).
E’ un w.s. molto completo (include ad esempio servizi server per protocolli ftp, smtp, https, ecc… in certe situazioni superflui) però non è portabile da un sistema operativo ad un altro e le sue dimensioni non sono certamente ridotte.

Tutto questo per dire che, se avete bisogno semplicemente di un w.s. gratuito e leggero, che abbia il semplice servizio server http e che sia in grado di eseguire pagine ASP.Net, Cassini è quello che fa per voi.
Una volta scaricato il file eseguibile ed installato ad esempio nella cartella di default “C:Cassini” ** (più che installazione è una semplice estrazione dei file di esecuzione e copiati nella directory specificata dall’utente) è possibile avviare il web server facendo doppio click sul file “CassiniWebServer.exe”.

Verrà mostrata la seguente finestra:

Finestra di configurazione

Finestra di configurazione

Come potete vedere il server non è ancora avviato (il pulsante “Start” è abilitato), infatti questa è una finestra di configurazione: ha bisogno del parametro che gli indichi in quale directory è presente l’intera applicazione web.
Per questo tutorial creeremo quindi la cartella “www” nel direttorio “C:Cassini” in modo da avere come “Application Directory” il valore “C:Cassiniwww”.
Una volta copiato questo valore nella apposita casella di testo, premete il pulsante “Start” (la porta del server cambiatela nel caso in cui abbiate già un server web attivo sulla porta 80).

Se avete eseguito tutto correttamente, vedrete la finestra diventare così e il pulsante di start disabilitarsi:

Web server avviato

Web server avviato

Bene, il web server è attivo ed in grado di ricevere le richieste dai client http (meglio noti con il nome di browser).
Non ci credete? Fate una prova: aprite il vostro browser predefinito e andate all’indirizzo http://localhost/ (oppure “http://localhost:xxxxx/”, dove al posto di “xxxxx” metterete la porta su cui il servizio web è in ascolto, se diverso dal valore 80)…
Nulla di speciale, vedrete però che Cassini Web Server ha risposto alla vostra richiesta http visualizzando la lista dei file presenti sotto “C:Cassiniwww” (essendo una cartella nuova nel nostro caso non ci sarà alcun file).

Script ASP.Net di esempio – “Hello, World!”

Come per tutti i linguaggi di programmazione il primo programma di esempio è uno script che stampa a video la scritta “Hello, World!”.
Anche in questo caso stamperemo questa scritta ripetuta però 100 volte con il linguaggio ASP.Net e più precisamente in C#.

Ecco il codice sorgente da copiare in un file di testo denominato “hello_world.aspx” da copiare nella cartella “C:Cassiniwww”, che per il nostro esempio è la directory principale dove risiedono i file dell’intera applicazione web:

<%@ Page Language="C#" %>
<%
for (int i = 0; i < 100; i++) {
Response.Write("Hello, World!<br/>");
}
%>

Ora aprite il browser e digitate il seguente indirizzo: http://localhost/hello_world.aspx (oppure “http://localhost:xxxxx/hello_world.aspx”).
Et voilà: ecco una pagina web con ripetuta 100 volte la scritta “Hello, World!”, ed il tutto in SOLI 400 KB CIRCA!!!
Infatti questa è la dimensione effettiva della cartella “C:Cassini”, il cui intero contenuto è copiabile tranquillamente ad esempio su un floppy disk e portabile su una qualsiasi macchina Windows.
Ovviamente il PC di destinazione dovrà avere installato il framework .Net per far funzionare il tutto…

Nel prossimo articolo aggiungeremo il db MS Access…
Per il prossimo articolo vedremo di realizzare, sempre step-by-step, una applicazione un po’ più “complessa” rispetto a questa: un sistema di login che legge in input username e password, controlla su un db Access le credenziali e se queste sono presenti permetterà l’accesso dell’utente ad un’area riservata, altrimenti visualizzerà un messaggio di errore.

Alla prossima!

Note
* In realtà non è l’application server IIS che compila/elabora le pagine ASP, ma delega la loro compilazione/esecuzione a moduli ed applicazioni ISAPI.

** Su Windows XP ho tranquillamente posizionato l’intero web server nella directory di default “C:Cassini” mentre su Windows Vista ho dovuto necessariamente posizionare il tutto in una cartella “bin” (ad esempio “C:binCassini”) e specificare come “Application Directory” il valore “C:”: così facendo l’indirizzo web che dovremo digitare nel browser per lo script ASP.Net sarà “http://localhost/bin/Cassini/www/hello_world.aspx”.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Questo Cassini ricorda molto lo Xampp (che però funziona con php), i database li gestisce lui, anche se non c’è access installato?

  • Questo Cassini ricorda molto lo Xampp (che però funziona con php), i database li gestisce lui, anche se non c’è access installato?
    —-
    se può interessare la versione per php: http://www.mondoinformatico.info/il-tuo-sito-completo-di-web-server-in-una-chiavetta-usb_post-5207.html

  • infiliset

    Ciao,
    diciamo che Cassini e Xampp sono diversi come tipi di software: il primo si tratta solo di un web server, mentre il secondo racchiude in sè web server Apache, db MySql, phpMyAdmin per la gestione da interfaccia del db, ecc…

    Ecco perché bisognerà avere Access installato a parte per poter seguire il secondo articolo che pubblicherò a breve.

    C’è da dire anche che ASP.Net permette di interfacciarsi anche con database non prettamente Access, e questo sarà il tema del terzo articolo… :-)

  • Andreabont

    400 kb!!!! Cosi tanti???? In php ci metti molto meno…. XD

  • infiliset

    In php si riesce meno di 400 kb?
    Intendo comprensivo di web server…

Pinterest