Dall’Olivetti P6060 ad oggi!



Fu proprio dal lontano 1975 che ingegneri di tutto il mondo collaborarono alla creazione di “macchine” che avrebbero rivoluzionato la vita della comunità mondiale.Proprio in quell’anno,alla fiera di Hannover, venne presentato il P6060,il primo personal computer dotato di floppy disk incorporato.Con 48 Kbyte di RAM e dotato di display alfanumerico al plasma da 32 caratteri; la nuova invenzione aveva il peso di 40 chilogrammi.Così anche in Italia,a Torino,nel 1975,venne realizzato il primo microcomputer: MD 800.Esso presentava tutte le funzioni tipiche dei personal computers.I giovani ingegneri fondarono,l’anno successivo,la società DMD per la produzione di qsti Pc.Fu inoltre,proprio nella primavera del 1975,che due giovani di Boston crearono il Basic di Altair.Paul Allen e Bill Gates fondarono una piccola società,la Microsoft,per inserire nel commercio il Basic.

Dopo la vendita di circa 10.000 computers si diffuse la convinzione che per avere davvero successo, il computer dovesse diventare un elettrodomestico. Nel 1976 due giovani Steve Wozniak e Steve Jobs crearono la Apple Computer.Nel 1977 nasce cosi l’Apple II il primo modello che venne definito personal computer e fu il primo ad essere prodotto su scala industriale.Questo modello aveva la grafica a colori e possedeva il foglio di calcolo.Nel Settebre del 1982 il Commodore  64 fu il più venduto modello di computer di tutti i tempi con più di 17 milioni di unità vendute.Ma il primo pc basato su una interfaccia grafica fu l’Apple Macintosh,il primo a 16/32-bit.

Con il passare degli anni la produzione di nuovi personal computers aumentò;i computers divennero più sofisticati,leggeri ed utili al lavoro dell’uomo.Nel 1984 la Microsoft iniziò ad annunciare l’arrivo di Windows,un’interfaccia grafica, e seguì la strada intrapresa dalla Apple con il Macintosh.

Risale al  1 febbraio 2010 l’ultima interfaccia windows rilasciata:Windows Azure; Mentre la Apple il 20 luglio 2011 presenta il nuovo pc MacBook Air con la porta Thunderbolt contemporaneamente al Mac Mini.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest