Diablo 3: solo per i bimbi grandi



Quando si parla di un video-gioco come Diablo, l’unica cosa che si può fare è togliersi il cappello di fronte a tanta magnificenza.

Diablo 3 è uno dei giochi più attesi degli ultimi anni, la cui fama è esplosa non appena la Blizzard ha dato l’annuncio del suo sviluppo.
Peraltro l’attesa è stata accompagnata per un po’ da quella per Starcraft 2, altra pietra miliare di una delle case regine del videogaming.

I giochi blizzard non sono mai stati particolarmente violenti, i colpi di spada e gli spari sono rivolti, nella maggior parte dei casi, a mostri osceni e non è mai successo che ci fossero spargimenti di sangue in stile GTA.

Desta quindi attesa e stupore il fatto che la British Board of Film Classification si sia accordata con la casa produttrice per apporre il PEGI 15, sconsigliando quindi il gioco ai minori di 15 anni.

E’ una decisione particolare, che non fa altro che accrescere l’aspettativa.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest