Disegnare grafici di funzione attraverso Kmplot



Molti di voi sanno che per Windows il programma per eccellenza per plottare grafici di funzione è il Derive (arrivato peraltro alla versione 6).

Ma su Linux (Ubuntu) cosa useremo?

La risposta è semplicissima: KmPlot!

Sicuramente non è un software all’altezza di Derive ma è opensource e possiede alcune funzioni interessanti, adatte soprattutto per studenti di licei classici e scientifici, ma anche per i primi anni di ingegneria.

Vediamo come installarlo:

  • Aprire il Terminale da Applicazioni->Accessori->Terminale
  • Scrivere senza virgolette: “sudo apt-get install kmplot”
  • Scrivere quindi la propria password da superuser
  • Rispondere con “s” alla domanda di accettazione del download
  • L’installazione partirà automaticamente una volta finito il download
  • Andate ora su Applicazioni->Istruzione->KmPlot

Si aprirà una nuova finestra, che sarà quella di “lavoro” di KmPlot.

kmplot1.jpg

In alto avete la barra dei comandi: File, Edit, View, Tools, Settings, Help.

Vediamli quindi uno per uno:

File :

  • New: crea un nuovo plot (una nuova area di lavoro)
  • Open: apre un plot salvato in precedenza
  • Open Recent: come sopra ma apre un plot salvato di recente
  • Save: salva il plot (se già salvato in precedenza con Save As)
  • Save As: salva il plot in formato .fkt
  • Print: stampa il plot
  • Export: esporta il plot come file immagine
  • Quit: esce dal programma

Edit:

  • Undo: torna indietro di un’azione
  • Redo: va avanti di un’azione
  • Constant: inserisci nuove costanti

View:

  • Zoom In: ingrandisce l’area di lavoro
  • Zoom Out: rimpicciolisce l’area di lavoro
  • Fit Widget to trigonometric function: Inserisce valori trigonometrici sull’asse delle ascisse (l’asse x)
  • Reset view: resetta il plot
  • Coordinate System: con questo comando possiamo modificare l’area di lavoro. Per es., inserire i valori minimi e massimi di ascissa e ordinata
  • Show Sliders: possiamo modificare i parametri della funzionone connessi allo slider

Tools:

  • Calculator
  • Plot Area:calcola l’area del grafico
  • Find Maximum: trova il massimo della funzione negli intervalli richiesti
  • Find Minimum: trova il minimo della funzione negli intervalli richiesti

Settings:

  • Show Toolbar: mostra semplicemente la toolbar (è la barra con i nomi e le immagini delle principali funzioni di KmPlot)
  • Show Statusbar: mostra la barra di stato, quella in basso, con le coordinate del punto in cui si trova il cursore del mouse sul plot
  • Full Screen Mode: modalità schermo intero
  • Configure Shortcuts: qui si possono configurare i tasti di scelta rapida
  • Configure Toolbars: qui invece la toolbars
  • Configure KmPlot: qui invece si configura KmPlot stesso

Help:

  • Qui troverete alcuni aiuti in generale (in inglese).

Ora, come si crea una nuova funzione?
Facile: cliccate su “create” e cliccate ancora su uno dei plot che volete: in questo caso su “Cartesian Plot”.

Noterete un piccolo cambiamento sulla vostra area di lavoro.

kmplot2.jpg

Dove trovate la scritta “f(x)=0” al posto dello zero scriverete la vostra funzione e darete invio.

Ora se non sapete come scrivere funzioni particolari, tipo il Numero di Nepero elevato a x, potete semplicemente cliccare sul tasto accanto all’area di scrittura della funzione, quel tasto con un foglio e una matita. Vi si aprirà una nuova finestra con simboli matematici che basterà cliccare una sola volta per inserirli nella vostra funzione.

Questi simboli particolari potrebbero essere scritti anche a mano. Vediamone alcuni:

  1. Numero di Nepero: exp
  2. Radice: sqr(x)
  3. Elevamento: ^
  4. Valore Assoluto: |x| oppure abs(x) .  Io consiglio la seconda soluzione
  5. Trigonometria: sinx, cosx, tanx, cotx, arctanx, arcsinx, arccosx, arccotx ecc.

Ora che sapete come scrivere una funzione, una volta scritta premete invio; vi comparirà immediatamente plottata sul grafico.

Come vedete possiamo cambiare anche il range del plottaggio, oppure se si tratta di una funzione trigonometrica, inserire i valori trigonometrici sull’asse delle ascisse con la funzione che abbiamo visto in precedenza: “Fit Widget to trigonometric function: Inserisce valori trigonometrici sull’asse delle ascisse (l’asse x)”, nel menu View.

Una volta creata la nostra funzione e plottata secondo i vostri gusti, potremmo anche definire la sua derivata e il suo integrale, con i tasti che trovate sotto il tasto create (come fare si comprende molto facilmente, più facile a farsi che a dirsi).

Insomma Kmplot non ha nulla da invidiare (essendo opensourse) ai giganti di plottaggio come Derive!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest