Diverse tipologie di Marketing



20090913online-marketing

La forma di marketing più conosciuta in assoluto,anche perchè unica per diversi decenni,può essere sintetizzata dalla parola consumer marketing. Nel consumer marketing rientrano quelle azioni,poste in atto dall’azienda nei confronti del consumatore finale,allo scopo di invogliare il consumatore all’acquisto dei propri prodotti a discapito di quelli concorrenti. La definizione di pocanzi lascia ampi margini di miglioramento infatti l’obiettivo primario di una politica di consumer marketing non e’ solamente invogliare il consumatore ad acquistare il proprio prodotto ma dare il pretesto affinché l’acquisto venga ripetuto nel tempo senza lasciarlo come un caso isolato. La fedeltà al prodotto è uno degli obiettivi di primaria importanza , specialmente se il prodotto commercializzato è catalogato tra i beni di largo consumo caratterizzati da una ciclicità e frequenza di acquisto di notevole importanza.

Fino ai primi anni 70 quindi l’unica tipologia di marketing applicabile al mondo aziendale era quella appena esposta denominata per l’appunto come marketing tradizionale.L’evoluzione dell’ambiente competitivo e delle tipologie d’imprese presenti sul nostro territorio ha portato all’introduzione di due nuove forme di marketing che si differiscono dalla precedente essenzialmente per gli attori dello scenario.

Con il termine trade marketing andiamo a indicare quelle tipologie di azioni ,svolte sempre dalla nostra impresa industriale,nei confronti della clientela commerciale quindi ( Grossisti,Dettaglianti,Gdo…) al fine di rafforzarne rapporti di partnership.Questa tipologia di marketing gioca un ruolo fondamentale quando il potere contrattuale del cliente (per esempio la Gdo) gioca un ruolo fondamentale sulla redditività dell’azienda. Per capire il ruolo fondamentale della distribuzione userò un esempio.

Supponiamo che la tua azienda stia per lanciare un nuovo prodotto per il quale è stato attivato un ingente budget per attività di comunicazione,pubblicità e promozione ( quindi attivita’ di consumer marketing)Anche se il prodotto risulta essere il migliore del mercato, e attraverso i mezzi di comunicazione si e’ ben posizionato nella mente del consumatore .aver sottovalutato l’importanza del trade marketing ti ha portato ad essere poco presente all’interno degli assortimenti della distribuzione con la conseguenza che il consumatore non troverà il tuo prodotto a scaffale. In questo modo non solo avrai perso l’opportunità’ di attivare relazioni stabili con le imprese commerciali ma avrai sprecato inutilmente delle risorse in consumer marketing che non si sono materializzate nell’acquisto da parte del consumatore.

Il trade e consumer marketing in conclusione sono due attivita’ in simbiosi tra di loro che trovano la loro forza in iniziative di tipo sinergico e complementare.

Ultimo,ma non meno importate, il Retail marketing.L’evoluzione delle imprese commerciali,e in particolare lo sviluppo della grande distribuzione organizzata,hanno fatto nascere l’esigenza di attivare delle iniziative di marketing che coinvolgessero la clientela. Quest’ultima tipologia infatti pone in contatto le imprese di tipo commerciale con la clientela del punto vendita attraverso promozioni,raccolte punti,servizi,offerte speciali e quant’altro. Questo tipo di attivita’ e’ svolta con la mission di incrementare nel cliente lo store loyalty ( fedelta’ al punto vendita ) a discapito molto spesso del brand loyalty( fedelta’ alla marca )Attuali ricerche di mercato evidenziano infatti come sempre piu’ consumatori continuano ad acquistare presso il proprio punto vendita di fiducia anche nell’ipotesi di non trovare la propria marca preferita di un determinato prodotto.Il consumatore quindi difficilmente cambiera’ supermercato ma sara’ disposto a sostituire la marca preferita con una meno preferita ma presente all’interno dell’assortimento.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest