Electronic Arts e l’interesse per la realtà virtuale



Il CEO di Eletronic Arts, uno dei più grandi e famosi publisher di videogiochi in tutto il mondo, si è recentemente espresso, durante il South by Southwest di Austin, in merito all’interesse dell’azienda per la realtà virtuale. Andrew Wilson, nello specifico, ha affermato che la compagnia non è al momento tanto interessata alla tecnologia che permette la realtà virtuale, quanto invece a come i giocatori la potrebbero utilizzare. Per come la vede lui, la realtà virtuale consentirebbe di aprire un quarto modo di videogiocare, che seguirebbe i tre associati a console, PC e dispositivi mobile.

Wilson afferma che la cosa potrebbe accadere sia con un casco per la realtà virtuale (come il recente Oculus Rift, ad esempio), sia con un sistema di ologrammi da far apparire all’interno della stanza in cui si gioca, e sta spronando il suo team a lavorarci ed esplorare la cosa.

Non sappiamo, attualmente, quanto questa cosa prenderà piede, e soprattutto quando lo farà e quanto tempo ci metterà. Sappiamo però che quello della realtà virtuale è sicuramente un futuro molto affascinante, e verso cui probabilmente, come stanno facendo Oculus VR ed Electronic Arts, si spingeranno sempre più software house.
È sicuramente da tenere d’occhio anche il lavoro di Sony a riguardo: pare infatti che la casa giapponese stia a tempo lavorando a un headset, e che potrebbe essere presentato addirittura il prossimo Giugno, in occasione dell’E3 2014.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest