Eliminare le aberrazioni cromatiche con PhotoFiltre



Le aberrazioni cromatiche sono delle piccole sbavature derivanti dal diverso indice di rifrazione dei colori nei quali un raggio di luce si scinde attraverso le lenti di un obiettivo. Si tratta di un difetto piuttosto comune nella maggior parte degli strumenti ottici in commercio, in particolare nei teleobiettivi e nei grandangoli di qualità medio-bassa.

Di fatto le aberrazioni si sostanziano nella comparsa di aloni colorati lungo i bordi di confine tra zone con elevate differenze di luminosità. La tipologia più frequente è quella laterale (anche detta “purple fringing”), caratterizzata da una gamma di tonalità oscillante tra il violetto e il verde.

In genere per ridurre l’inconveniente si raccomanda di chiudere il diaframma dell’obiettivo di un paio di stop. È altresì possibile intervenire in fase di post produzione, mediante taluni programmi di fotoritocco. Di essi uno dei più semplici da utilizzare è senza dubbio PhotoFiltre, un software open source leggero e dotato di numerose funzionalità.

Per correggere un’aberrazione cromatica con PhotoFiltre è sufficiente seguire i seguenti passaggi:

– lanciare il programma;
– aprire il file d’immagine che si intende modificare;
– ingrandire il più possibile l’area in cui è visibile il difetto cromatico (almeno del 200%);
– selezionare lo strumento “Poligono”;
– tracciare col mouse un poligono attorno alla suddetta area;
– dal menu “Regolazione” selezionare “Tonalità/Saturazione”, quindi il canale corrispondente al difetto da correggere (ad esempio, per un alone verde selezionare il canale “Verde”);
– col mouse spostare l’indicatore della “Saturazione” verso sinistra fino a ottenere un risultato soddisfacente.

20090609aberrazione

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest