Emule giunto al tramonto, i nuovi metodi per scaricare in modo sicuro



Siamo ormai giunti alla fine dell’era del P2P, il noto traffico di download che si basava sulla condivisione di file in rete, i quali venivano archiviati in server comuni ai quali si poteva accedere per scaricare gratuitamente, rispettando un ordine di coda.

Il più famoso tra i programmi che faceva uso di questo sistema è Emule, il quale negli anni passati ha riscosso un successo indiscusso, mettendo in crisi il sistema di rispetto dei diritti d’autore. Fin dall’anno scorso però le cose sono cambiate, perché la finanza, insieme alla polizia postale, hanno cominciato un massiccio piano di chiusura di questi server, cominciando dai più famosi, gli E-donkey, che arrivavano da (Edonkey 1 fino a Edonkey 9).

Con la chiusura dei server di condivisione, il traffico e la presenza di file in rete da scaricare è calata a picco, facendo calare la velocità di download vertiginosamente, e aumentando le file per scaricare un file di ore. Vien da sé che se si possiedono in rete 10 file dello stesso tipo, possono scaricarli 10 persone contemporaneamente, mentre se i file si riducono a 2, potranno scaricarlo solo 2 persone e altre 8 dovranno rimanere in fila, fino ad arrivare al loro turno. Proprio per questo motivo, le persone hanno cambiato rotta, abbandonando il download P2P (peer to peer).

Per un certo periodo di tempo, è stato adottato il sistema dei torrent, che è rimasto tutt’ora attivo e usato da molte persone. I programmi più usati sono Bit orrent, Bitcomet e Utorrent, i quali possono raggiungere velocità di download considerevoli. Un altro ostacolo però alla diffusione di questo ultimo metodo, è stato presentato da alcuni gestori telefonici, ad esempio Teletu e Libero, che hanno impostato sulle loro connessioni dei filtri anti peer to peer, per limitare questo traffico di download che intasava le loro reti.

Questi filtri vengono secondo alcune voci, attaccati dalle 8.00 a mezzanotte limitando considerevolmente il download (quasi del tutto in moltissimi casi). L’ultima frontiera, che ovvia a tutti questi problemi e che sta prendendo moltissimo piede è quella del Download Diretto, considerato Legale purchè i file scaricati non siano coperti dal copyright. Stanno nascendo infatti moltissimi forum, che pubblicano il materiale, su dei link di gestori di archiviazione famosi come Megaupload , Rapidshare, Fileserve, Hotfile e altri.

In questo modo, i forum non sono perseguibili di alcuna denuncia, poiché non contengono alcun materiale al loro interno, ma contengono semplicemente dei link di reindirizzamento. Coloro che scaricano, possono farlo con facilità, senza subire restrizioni della banda di download. A mio parere questo è il metodo più efficace, veloce e sicuro di questo periodo. Alcuni nomi dei forum che ho sopra citato sono: DDL Fantasy, Download zone, Mondo warez.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest