Epic Citadel: non solo un esercizio di stile sull’iPhone



Non avevo ancora provato la demo di “Epic Citadel“, il “gioco” messo a disposizione su App Store dal primo settembre, dopo che Steve Jobs presentò i nuovi iPod.

Perché non l’ho provata? Perché non pensavo sarebbe stata interessante, perché “visitare una città virtuale sul mio telefonino non è divertente”, ed intanto… porca vacca! È veramente, veramente, VERAMENTE una cosa strabiliante.

Sul fattore “divertimento” in realtà non mi ero sbagliato, anzi: è una palla, è noioso. Ma ciò su cui mi sbagliavo enormemente è sul fatto che non sarebbe stato interessante!

È veramente incredibile cosa i ragazzi di Epic siano riusciti a creare su iphone. Una roba da xbox 360, veramente eccezionale, che mi ha lasciato senza parole. I dettagli sono eccellenti, e l’ambientazione è stupenda.

Ma ciò che mi ha lasciato con la mascella spalancata è stata la grafica. Una grafica così, su iPhone, non l’avevamo mai vista: è veramente curata in ogni dettaglio (ciò che più mi ha stupito è stato il riflesso delle fiamme sul pavimento di marmo del castello) ed è strabiliante.

Tutto questo mi porta a pensare due cose:
1) L’iPhone ha potenzialità hardware finora mai esplorate e sviluppate.
2) Questo Epic Citadel è la dimostrazione del fatto che, se gli sviluppatori vogliono, anche su un hardware non all’ultimo grido (il mio 3GS, ad esempio) si possono fare degli ENORMI lavori di ottimizzazioni tali per cui, alla fine dei conti, si fa girare un gioco spettacolare su un hardware mediocre.

Io spero che si continui su questa strada: l’idea di poter giocare a giochi con una grafica da X360, sul pullman o in treno, mi fa veramente rizzare i capelli!!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest