Epson B-500DN



epson_b500fs.jpgLa nuova linea di stampanti a getto di inchiostro dedicata all’ufficio presenta due prodotti, siglati B-300 e B-500DN, con comuni caratteristiche di base e una differente dotazione di accessori. Entrambi i modelli sono equipaggiati con un motore di stampa da 37 pagine al minuto in nero e in quadricromia  raggiungono una definizione massima di 5760 x1440 dpi su carta fotografica. Il sistema di stampa è imperniato su una testina piezoelettrica dotata di 360 ugelli per colore;la testina è alimentata da cartucce d’inchiostro separate  ad alta capacità, che rappresentano il principale punto di forza delle due unità, consentendo un’autonomia elevata e con basso costo copie.

 Di livello professionale nel sistema di gestione della carta: fino a 650 fogli a quattro in linea, di cui 500 nel cassetto frontale e 150 del vassoio posteriore. Questa soluzione permette l’uso contemporaneo di due supporti di stampa di diverso formato in qualità ed evita perdite di tempo per il caricamento. Il secondo modello è proposto in una configurazione standard che include le interfacce Usb ed  Ethernet,il modulo Duplex per la stampa automatica in fronte e retro e un display testuale, coadiuvato da un pannello di controllo della gestione dell’unità e la selezione del menù. Il check-up dell’hardware e del software è documentato in dettaglio e non presenta difficoltà; l’unica accortezza richiesta è di agitare per alcuni secondi le cartucce prima di inserirle in sede, in modo da favorire la distribuzione uniforme di pigmenti. Le dimensioni notevoli dei serbatoi, che nelle versioni ad alta capacità assicurano un’autonomia fino a 7000 pagine colori e 8000 in nero, hanno imposto qualche compromesso sul piano estetico: il frontale dell’unità, infatti, se da un lato agevola la sostituzione delle taniche, dall’altro pregiudica il look di per sé già piuttosto severo. Trattandosi di una unità da ufficio questo aspetto certamente è di secondaria importanza rispetto all’efficienza degli inchiostri.

Per quanto riguarda la qualità di stamp,è probabile che per raggiungere grandi velocità gli ingegneri abbiano dovuto sacrificare un po’ la pressione del testo: i caratteri hanno mostrato bordi leggermente deformati. I grafici hanno rilevato una buona precisione, ma su carta comune i colori sono apparsi un po’ spenti; la resa è molto migliorata su carta con finitura lucida, ottimizzata per il fronte e retro e per la stampa di brochure e volantini. Nel test con CorelDraw , la B-500DN ha prodotto un pattern al 50% di nero caratterizzato dalla buona omogeneità del colore; altrettanto buona per estensione e morbidezza delle sfumature la scala dei grigi. Positivo, invece, il test di verifica dell’uniformità e continuità del tratto. In ambito fotografico, l’unità ha tenuto fede alla reputazione guadagnata sul campo da generazioni di stampa a getto d’inchiostro. Le stampe in quadricromia hanno mostrato una qualità più che soddisfacente, con colori fedeli, buon dettaglio e sfumature discretamente mobili. In conclusione, questo modello si è dimostrato una stampante performante molto correzionale sul piano dei costi di gestione, con una resa qualitativa del resto soddisfacente, ma inferiore all’unità laser di riferimento.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest