Facebook : 3 trucchi per non farsi rubare la vita



20090925facebook-logo4

Facebook è la rivelazione delle community attuali. Quella che ha avuto la più alta percentuale di iscritti e la più ampia crescita degli ultimi mesi.

Tutti (o quasi tutti) sanno cosa è Facebook, che lo si ami o lo si odi bisogna essere vissuti sotto una pietra negli ultimi due anni per non conoscerlo. Infatti il fenomeno non è esploso solo su internet, anche telegiornali, film, telefilm citano questa community.

Scopo del mio articolo non è elogiare Facebook, non è raccontare come fare per diventare popolare con Facebook o come sviluppare applicazioni per Facebook.

Il mio scopo è quello di prevenire e curare questa rara (neanche poi più di tanto) malattia che sembra molti abbiano : la “facebookite“.

Cosa è la “facebookite“? Al pari dell’ “effetto tetris” che colpisce chi ha giocato troppo al famoso gioco visivo Tetris, sono convinto che presto verrà studiata anche la “facebookite“.

Colpisce quando il soggetto che la contrae non riesce più a passare un singolo minuto al computer (proprio o altrui) senza loggarsi a Facebook.

Credo che la “forza” di Facebook, quello che ti tiene incollato allo schermo per così tanto tempo, sia la vastità delle sue applicazioni, la possibilità di creare i propri gruppi, le proprie pagine, le proprie note, i propri album, ecc… E allora è proprio da questo che partiremo per debellare la facebookite, per fare in modo di usare Facebook solo in maniera funzionale.

Ecco dunque i 3 trucchi fondamentali per non farsi rubare la vita :

1) Esci di casa più spesso : Bisogna convincersi che Facebook, nonostante la straordinaria varietà è SOLO una community, SOLO un modo di comunicare con altre persone, per quanto utile è interessante possa essere Facebook NON è la vita vera! Io adoro il virtuale e i rapporti che si creano a distanza, ma posso dire per esperienza che raramente i rapporti che si creano su internet diventano effettivamente bei rapporti nella vita vera.

2) Programma degli orari : Al pari del controllo dell’eMail potrebbe essere utile dettarsi alcuni orari per consultare Facebook. Per esempio potrei decidere di dedicare solo 20 minuti a determinati orari, per esempio 3 al giorno. Lo so che risulta un po’ macchinoso ma prova a calcolare tutto il tempo che perdi su Facebook! Sono sicuro che non è mai meno delle 2 ore giornalire, ovviamente non di continuo, magari ad intermittenza, ma sono sicuro che non sono mai meno di 2 ore. E lo sai quante cose interessanti (e magari remunerative) si possono fare su internet in 2 ore?

3) Filtra i contenuti : Come sappiamo su Facebook c’è di tutto, e allora, visto che andiamo su Facebook solo per determinate informazioni, perchè continiamo a perdere tempo con tutto il resto? Delle volte è necessario filtrare i propri contenuti e (a volte è necessario anche questo) i propri contatti. Perchè quando inizi a ricevere 12 richieste di amicizie, 21 richieste di gruppi, 15 richieste per “Causes” e decine di altre richieste per giochini vari, inizi a capire che rifiutare tutte queste richieste diventa un lavoro a tempo pieno. Può essere un po’ cinico ma a volte è meglio tagliare questo SPAM alla fonte.

Facebook è grandioso, ma bisogna saperlo usare. Questo perchè può diventare un arma a doppio taglio, come abbiamo detto finora. Per fortuna sappiamo come risolvere il problema ;)

Rocco Petrigliano

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest