Facebook e la privacy: ci cade anche la sorella di Mark



La spinosa questione della privacy su Facebook miete un’altra vittima, stavolta illustre: si tratta della sorella del fondatore Mark Zuckerberg, Randi, che ha postato sul suo profilo una foto che ritrae la sua famiglia al completo, durante il cenone di Natale.

La foto viene condivisa da alcuni amici di Randi che possono vedere le sue foto; la sorella di Mark se ne accorge la mattina di Santo Stefano, quando vede che la sua foto è stata postata su Twitter ed è diventata, quindi, di dominio pubblico.

Randi è andata subito a redarguire l’utente, una donna, la quale non ci ha pensato due volte a scusarsi con la ragazza, spegnendo così sul nascere il flame.

Ma in molti sul web ritengono che Randi avrebbe dovuto rimproverare il fratello per la falla sulla privacy che ha colpito il suo social network, tema da sempre delicato e affrontato alla leggera, come in questa occasione.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest