Facebook sbarca in borsa



Probabilmente mercoledì prossimo Facebook presenterà i documenti per diventare una società quotata in borsa. I dettagli si conoscono più o meno tutti.
Per l’operazione l’azienda di Zuckerberg si appoggerà a Morgan Stanley  e non a Goldman Sachs.
L’obiettivo è di raggiungere una raccolta di 10 miliardi di dollari, portando quindi il valore totale delle quotazioni a una cifra compresa fra i 75 e i 100 miliardi di dollari, che è circa la metà dell’attuale Google. C’è però da sottolineare che il colosso di Mountain View all’inizio valeva “solo” 23 miliardi.

Facebook è l’ultima di una serie di società del campo dell’ICT ad essere quotata in borsa. Le fanno compagnia infatti colossi come Google, Amazon, eBay e Linkedin.

L’operazione si annuncia massiccia e dovrebbe essere conclusa già all’inizio di giugno, quando il social network sarà probabilmente quotato al Nasdaq di Wall Street.
La strategia che muove questa manovra è piuttosto semplice: seguendo le orme della giàcitata Linkedin, il buon Zuckerberg sembra volere slegare parte dei propri introiti dalla pubblicità, appoggiandosi sulle larghe possibilità del mercato finanziario mondiale.

Come ogni cosa che avviene in Borsa, questo è un azzardo che se andrà a buon fine potrà portare il nostro social network preferito nell’Olimpo della finanza mondiale.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest