Facebook,Twitter e Software Adobe a rischio hacker nel 2010



20091230facebook-vs-twitter

La famosa azienda produttrice di Antivirus McAfee ha pubblicato recentemente una ricerca nella quale vengono indicati i possibili software e/o applicazioni online più abbordabili da parte degli hacker . In seguito al precedente articolo che indicava la vulnerabilità del nuovo sistema Chrome OS , i ricercatori hanno affermato che i software più a rischio saranno marchiati Adobe , nonchè applicazioni online come Facebook e Twitter.

I software Adobe verranno infatti , secondo McAfee , compresi  visualizzatori di immagini Adobe e le tecnologie flash per le animazioni e i video online , maggiormente colpiti dagli hacker , rispetto alla famosa suite di Microsoft word (applicazione più bersagliata nell’anno 2009). Sul sito di Adobe leggiamo “Adobe prende veramente sul serio la sicurezza dei propri prodotti e tecnologie ” .

Allo stesso modo vengono citati social networks come Facebook e Twitter , i quali includono l’uso di software con Url molto corti , i quali possono essere facilmente copiati e portare ad applicazioni non propriamente benefiche .
Twitter lavora con bit.ly e altri URL-shortening Web Service nel tentativo di bloccare link fuorvianti .

Come affermato in precedenti articoli , il pericolo hacker si è sempre avuto sulle applicazioni in cui si ha una grandissima mole di utenza , data l’odierna grande diffusione di social network , non ci saremmo potuti aspettare niente di diverso .

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest