FairUse Wizard, un software per la copia di DVD



Da diversi anni girano sul web diversi programmi free adatti ad effettuare copie di DVD. Nel frattempo si discute da sempre  su quanto sia legale far circolare questi software (attualmente pare che la copia personale sia pienamente consentita), e se lo stesso discutere le tecniche di backup nello specifico sia, di per sè, ammissibile. Del resto la disciplina del cosiddetto “fair use” (caratteristica delle leggi americane che, solo di recente, è stata introdotta in termini del tutto simili dalla Comunità Europea) consente agli utenti di disporre legittimamente per uso personale di “copie non originali” di prodotti protetti da diritto d’autore. Il tutto, come buonsenso vuole, senza ovviamente lucrare personalmente sulle opere altrui.

Il software che vorrei presentarvi in questo articolo vi permette di effettuare la copia di un vostro DVD in formato DivX/XviD: il tutto in pochissimi passaggi e senza avere conoscenze di “basso livello”. Si tratta di FairUse Wizard, che potete scaricare da qui: fairusewizard.com. Ho scelto questo software (e non altri) perchè l’ho utilizzato a scopo personale diverse volte e non ho potuto fare a meno di rilevarne, volta per volta, l’estrema facilità d’uso: semplicità che non esclude la possibilità di settare i parametri avanzati per gli utenti più esperti. Se non vi serve un software specifico e non avete esigenze particolari, FairUse Wizard potrebbe essere la scelta per voi!

FairUse Wizard vi permette di realizzare dai vostri DVD dei file avi compressi di buona qualità, utilizzando le migliori tecnologie, allineando automaticamente audio/video e risparmiandovi tutte le complicazioni del caso… dato che il processo è semi-automatico ed estremamente user-friendly! Unica limitazione sta nel fatto che i file di output non possono eccedere i 700 Mb: una limitazione decisamente poco influente in buona parte dei casi pratici. Esiste anche la versione a pagamento di Fair Use (che costa nel momento in cui scrivo $29.99 dollari), la quale offre maggiori potenzialità, tra cui quella di poter generare file avi fino a 10 GB: a mio parere, comunque, per l’uso più comune quella gratuita va benissimo. A breve vi mostrerò come sia semplice utilizzare questo software mediante un esempio concreto.

Non è mia intenzione “fare concorrenza” alle eccellenti guide (che potete trovare in questo sito) per effettuare una conversione personalizzata di un film in DVD: vorrei soltanto, a supporto di quanto scrivo, illustrare come (in pochi semplici passi) possiate fare una copia del vostro film preferito senza fatica.

20090831fairuse1
Nella prima schermata dovete selezionare il nome del progetto, il path in cui volete salvare il file (meglio creare una directory apposita), ed eventualmente dal bottone Options il tipo di codifica video (XviD, DivX, X264: consiglio XviD), rapporto qualità/dimensioni del file, tipologia di traccia audio ed eventuali sottotitoli. Se non sapete cosa scegliere, eventualmente, lasciate banalmente tutte le impostazioni come le trovate. Cliccate poi su “Avanti” e selezionate il drive in cui alloggia il DVD che volete copiare.

Nella successiva schermata dovreste trovare tutto già selezionato, senza preoccuparvi troppo dei dettagli: assicuratevi soltanto che sia selezionato “Inserisci nella cache le catene selezionate in multisessione”. Dopo aver cliccato su “Avanti” nuovamente, dovrete attendere la conclusione della prima fase, nella quale verrà costruito l’indice delle catene e generati i file temporanei audio/video.

20090831fairuse2

Attendete qualche minuto la conclusione di questa operazione, e vi troverete di fronte una nuova schermata, nella quale impostare il ritaglio dei fotogrammi (potete anche cliccare su “Auto” per farlo fare al programma) e l’intervallo frame da convertire. Dopo aver fatto le vostre scelte, cliccate su Avanti e… con il solito “Auto” verrà scelta la migliore combinazione possibile per il modo video!

Cliccando instancabilmente su Avanti confermerete (o modificherete) le vostre scelte di codifica video (abbiamo detto in precedenza che è consigliabile XviD), stabilirete il bitrate audio in MP3 (128 kbps ad es.) e deciderete, con le apposite spunte, se fare un video staccato per ogni capitolo del DVD e se eventualmente segmentarlo in n pezzi. A questo punto, inizierà la seconda ed ultima fase cliccando su Avanti  – ma va? – oppure deciderete di rinviare l’operazione (mettendola in coda) cliccando su “Processa più tardi“.

Se avete scelto di codificare il video subito, l’attesa sarà un po’ più lunga della precedente, ma alla fine avrete concluso l’operazione e vi verrà dato un messaggio di conferma. Dopo aver prelevato il file avi che vi interessa, ricordate di cancellare tutti i file intermedi dato che probabilmente occuperanno molto spazio su disco. Spero che questa mini-guida senza pretese possa risultarvi utile, alla prossima!

Per dovere di cronaca, su alcuni forum (abbastanza datati) è stata segnalata la presenza di un trojan all’interno del file eseguibile che si deve scaricare per l’installazione: ho controllato con Antivir e con un paio di antivirus online ma non ho riscontrato nulla del genere. Se aveste segnalazioni in tal senso segnalatelo nei commenti.

Scaricare FairUse (programma gratuito di copia DVD)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest