Fantacalcio: dalla carta al web, sempre più innovativo



Con l’inizio del campionato non può ovviamente mancare il più celebre gioco ad esso collegato, il fantacalcio. Resiste nella mente degli appassionati di calcio come principale divertimento legato alla Serie A, nonostante l’aumento esponenziale delle scommesse sportive, per via della sua semplicità, del fatto di essere gratuito e di potervi giocare insieme ai propri amici. All’inizio quasi tutti non resistono alla tentazione di creare la propria squadra, e di schierare la formazione per le prime giornate di campionato, ma dopo un po’ ci si inizia a dimenticare o ci si stufa di giocare, magari colpa anche dei cattivi risultati ottenuti.

Con il passare degli anni sono cambiati anche i modi di giocare al Fantacalcio e le regole ad esso collegato. Si è passati dal giocare quasi esclusivamente su carta, guardando le quotazioni sui fogli di giornale e facendo l’asta tra amici in un pomeriggio di agosto, o in una mattinata scolastica di settembre, ad utilizzare uno dei molteplici servizi via web che permettono di giocarvi.

Il senso del gioco, e il divertimento sono sempre gli stessi, con in più il risparmio della fatica di non dover calcolare i voti a mano ogni giornata. Ve ne sono di varie tipologie, con regole e funzionalità sempre più diverse. Da quello tradizionale, a quello giocato sui social network, a quello organizzato dalle emittenti TV, fino a quelli di tipo manageriale. Uno di questi ad esempio è ManagerCalcio, una nuova tipologia di Fantacalcio che prevede la classificazione dei giocatori in più ruoli e nuove modalità per il calciomercato.

I numeri sempre in crescita degli iscritti ai diversi siti di Fantacalcio dimostrano che questo gioco rimane sempre molto apprezzato, e con il tempo gli organizzatori cercando di migliorarlo sempre di più e di renderlo sempre più simile a tutto ciò che un allenatore compie e sceglie quando allena realmente una squadra.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest