Fedora 12 promette di stupirvi con effetti speciali.



20091121f12release

Il Fedora Project (http://fedoraproject.org) ha ufficialmente annunciato, martedì scorso, Fedora 12, l’ultima versione  del sistema operativo basato su Linux. Negli ultimi mesi tutti i maggiori creatori di OS basati su Linux hanno rilasciato versioni aggiornate dei loro sistemi, ad esempio OpenSuse 11.2, Ubuntu 9.10 e Mandriva 2010.

Sebbene sia l’ultima dell’elenco, Fedora è probabilmente la release più interessante. Infatti Fedora introduce inmportanti novità, come ad esempio il supporto audio Bluetooth,la funzione multi-touch per i tablet PC oltre ad una migliorata gestione e un miglior supporto delle reti e altro ancora.

Fedora arriverà sui nostri PC con Empathy, una nuova generazione di  instant messenger che sarà in grado di supportare chat, sia video che audio sui più famosi programmi di Instant Messaging, inclusi Yahoo, Google Talk, Jabber, Live (MSN) e MySpace. Con Empathy gli utenti potranno condividere con gli amici il proprio desktop ed utilizzare una webcam per effettuare delle sessioni di chat sia audio che video.

Come già anticipato qualche riga fa, con Fedora 12 sarà disponibile il supporto Bluetooth audio, in modo da poter collegare in modalità wireless i propri dispositivi, come le cuffie ad esempio,al proprio computer.

Una delle aree su cui Fedora 12 ha concentrato maggiormente la sua attenzione, è quella riguardante una gestione ottimale dei drivers, in maniera da rendere il più facile possibile l’installazione di tutte le periferiche. Negli scorsi anni il problema drivers è stato la causa di tante defezioni tra gli aspiranti utenti di Linux, ma adesso la maggior parte degli apparati hardware più famosi possono essere installati senza la necessità di drivers proprietari. In questo modo gli utenti potranno facilmente collegare i loro lettori MP3, i loro palmari o i loro smartphone.

L’installazione dei programmi risulta molto più facile con il plugin yum-presto installato di  default. Originariamente inserito come plugin opzionale in Fedora 11, yum-presto riduce significativamente la dimensione degli aggiornamenti, scaricando solo le parti necessarie all’update e non l’intero file.

Anche grazie alla sempre maggiore diffusione dei dispositivi portatili, Fedora 12 nasce con una forte predisposizione nei confronti di questi ultimi.Ad esempio ha il riconoscimento automatico della scrittura manuale,e la possibilità di firmare un documento PDF senza la necessità di stamparlo.

Direi che i creatori di Fedora di carne al fuoco ne hanno messa questa volta. Non ci resta che provarla e  darne un giudizio.

Alla prossima.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • angiulonmonks

    il punto forte di linux è che non costa nulla e nn c’è il ruischio di prendere virus
    preferisco i s.o. della microsoft

Pinterest