Firefox: alcuni componenti aggiuntivi molto utili



Firefox (arrivato al momento in cui scrivo alla versione 3.5.1 italiana) è uno dei browser meglio concepiti, sicuri e rapidi del WEB. A parte la fedeltà assoluta – fin dalle primissime versioni – agli standard del W3C, possiede una serie di caratteristiche che permettono il suo utilizzo “easy” anche agli utenti più sprovveduti. E, cosa ancora più importante, permettono di navigare con estrema tranquillità e sicurezza.
Firefox Addons

Foto prelevata da yyq123 su Flickr.

Di seguito, riporto una lista dei plugin che – a mio avviso – rendono più accattivante l’utilizzo di Firefox:

  • ColorZilla: permette basilarmente di ricavare il colore in esadecimale da una pagina, ottimo per chi sviluppa siti web.
  • Video DownloadHelper:
    ottimo plugin per scaricare in automatico i video in streaming. Provatelo subito su Youtube!
  • FireBug:
    abilita il debug delle pagina HTML con contenuti Javascript, anche questo ottimo in fase di sviluppo WEB;
  • TorButton consente di navigare anonimi installando il pacchetto Vidalia sotto Windows, Mac & Linux/Unix;
  • Dizionari Word-Reference: vi permettono di installare un dizionario multilingua consultabile dal box in alto a destra tipo motore di ricerca.

Per scaricare i primi quattro plugin il link è questo (vi riporta direttamente sulla pagina per poter scaricare i video).

Per dovere di cronaca vi segnalo inoltre che la decantatissima “Navigazione Anonima” di Firefox 3.5+ non è la stessa ottenibile tramite Tor: la prima, infatti, consente di navigare senza lasciare tracce nel proprio PC (parenti ed amici indiscreti che utilizzerano la nostra macchina, ad esempio, non vedranno su quali siti siamo andati), la seconda evita di farvi uscire in rete con il vostro IP – mediante un meccanismo di criptaggio dei dati e tunnelling, fornendovi un’identità “fake” ovvero un nuovo indirizzo numerico.

Tornando a noi, non sono favorevole a seguire ad ogni costo ogni singolo upgrade, tant’è che utilizzai per moltissimo tempo la versione 2 di Firefox, migrando solo di recente alla 3.5 (dopo l’opportuna “pezza” proposta dai nostri inossidabili “eroi” del software libero). Sta di fatto che, a scanso di equivoci, restare al passo con i tempi è molto importante (basti pensare al celebre bug trovato nella 3.5 e patchato immediatamente nella 3.5.1), a patto di farlo in maniera “critica”.

L’articolo sarebbe incompleto se non trattasse almeno di sfuggita il connubio Ubuntu + Firefox:  fa un po’ “paura”, a detta di alcuni, pensare infine che sotto Ubuntu gli aggiornamenti di Firefox non procedono di pari passo con quelli di Mozilla.org (infatti essi sono scaricati dal repository generale di Ubuntu che non può, come spiegato qui, essere sempre perfettamente allineato). Paura del resto abbastanza immotivata, come ribadito nel link, dato che non ha molto senso (e può essere controproducente) la smania di aggiornare tutto nell’immediato: anche sotto Linux, in definitiva, è giusto usare per un po’ versioni “vecchiotte” (ma consolidate), in modo che eventuali problemi possano uscire fuori per tempo.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • francino10

    flash player è molto importante in firefox

Pinterest