Fotocamera digitale : nikon colpix 2200



200905262200

Questo modello è una fotocamera compatta dalle prestazioni di ottimo livello, in grado di soddisfare anche coloro che cercano qualcosa di più oltre la semplicità. L’unico neo, la mancanza di poter intervenire manualmente sui parametri di ripresa, se non attraverso una sotto o sovraesposizione intenzionale da almeno due valori.

Con un obiettivo c’è uno zoom con focali da 36 a 108 mm. Nella confezione non viene inserita alcuna scheda, ma in compenso la fotocamera ha una memory da 14,5 Mb. Alla massima risoluzione, 1600×1200 pixel, si ha un’autonomia di una quindicina di foto. Questa si caratterizza per un’ampia gamma di funzioni, estremamente semplici e accessibili a tutti. Il menù è rigorosamente in italiano e riporta sotto tutti i simboli delle modalità e delle impostazioni, ma anche frasi di testo che ne illustrano ulteriormente l’impiego. I comandi sono perlopiù sul retro, a parte il tasto di accensione e spegnimento, situato in alto, a fianco del pulsante di scatto. Ci sono sia mirino che monitor. Peccato che lo schermo non sia disattivabile direttamente, ma soltanto attraverso il menù.

 Un difetto che però dimentichiamo velocemente dopo aver visto quanto ci concede la fotocamera; che se non lascia spazio alla manualità, offre senza dubbio l’opportunità di scegliere tra diverse modalità per arrivare al risultato che più soddisfa, senza intralciare il cammino con le difficoltà tecniche. Accanto al mirino, troviamo la ghiera con le principali modalità di funzionamento. Oltre alla modalità automatica, indicata con il simbolo della fotocamera verde, sulla ghiera è possibile selezionare quattro dei ben 15 programmi predefiniti che abbiamo a disposizione: ritratto, paesaggio, foto in movimento e ripresa in notturna. È possibile anche selezionare, sempre sulla ghiera, scene. Sul display appaiono le altre modalità di ripresa: dalle foto sulla neve a quelle sulla spiaggia, dal tramonto al crepuscolo, dai fuochi artificiali ai musei, dal paesaggio notturno alla foto macro, che consente di scattare ad appena 4 cm di distanza dal soggetto. Questa funzione si attiva anche direttamente dal selettore posto sul retro, lo stesso che consente di navigare all’interno del menù e di impostare le diverse funzione del file. Oltre all’automatismo, che fa partire il lampo ogni qualvolta l’esposimetro rileva poca luce, è possibile disattivare il flash per mantenere una particolare atmosfera, oppure quando ne è vietato l’uso, e inserire la funzione anche occhi rossi nei ritratti. Abbiamo apprezzato la cosiddetta assistenza all’inquadratura. Nei programmi selezionabili direttamente dalla ghiera, cioè ritratto, paesaggio, sport e ritratto notturno, è possibile usufruire di una ulteriore aiuto per comporre al meglio l’immagine. Vogliamo tenere un primo piano,un ritratto decentrato, o ancora un ritratto con due persone? Basta schiacciare il tasto sul menù che appariranno le diverse opzioni: sullo schermo verranno visualizzate le guide che ci aiuteranno a comporre bene l’immagine. Concludendo la fotocamera ha anche la possibilità di usare diversi tipi di batteria. Nel kit vengono fornite due pile cariche, ma accetta anche batterie ricaricabili.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest