Fujitsu lavora su dispositivi con scansione del palmo della mano



Negli scorsi mesi sembra esserci stata un’esplosione della popolarità dei sensori biometrici. Prima è stata Apple ad introdurne uno nel mercato degli smartphone, col suo iPhone 5s e il lettore di impronte digitali posizionato sul tasto Home: il cellulare di bandiera della casa di Cupertino permette in questo modo all’utente di sbloccare il sistema e acquistare elementi da App Store semplicemente poggiando il dito. Poi è stata la volta del Samsung Galaxy S5: il nuovo smartphone della casa produttrice coreana non è ancora uscito, ma già sappiamo che anche lui monterà sul tasto fisico principale un lettore di impronte digitale (anche se pare sia un po’ meno comodo e un po’ meno preciso della controparte Apple, ma questa è un’altra storia).

Oggi ci allontaniamo dal mondo degli smartphone e andiamo a parlarvi di Fujitsu, che crede di poter fare ancora meglio e di poter approfondire questa tecnologia. Pare infatti che la società giapponese stia lavorando a laptop in grado di effettuare la scansione delle vene del palmo della mano degli utenti, che crede sia mille volte più sicura dei metodi biometrici convenzionali.

Usare questo nuovo tipo di misura di sicurezza è semplice: basta mantenere la mano qualche centimetro sopra lo scanner, sulla parte destra della tastiera, e l’hardware leggerà in pochi secondi la conformazione delle vostre vene, unica al mondo. Se vi riconoscerà come il vero proprietario vi aprirà le porte dei suoi segreti.

Dovremmo sapere qualcosa in più riguardo questi nuovi dispositivi durante le prossime settimane.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest