Gazelle: il futuro browser di Microsoft



Microsoft, nei suoi laboratori di ricerca, sta lavorando alla futura versione del suo
browser, provvisoriamente chiamato Gazelle (che si sia qualche allusione sulle performances più elevate ?).

Questo studio dovrebbe portare alla creazione di un browser di nuova generazione, ridisegnando alcune delle regole che contraddistinguono i browser attualmente sul mercato.

Gazelle

La logica di base su cui nasce Gazelle è di essere concepito con le regole che si
utilizzano nei sistemi operativi, piuttosto che nei browser.
Prendendo ad esempio la logica di Google Chrome che per ogni scheda attiva un processo separato, garantendo il funzionamento di ognuno in modo indipendente, Microsoft vuole spingersi oltre creando un processo anche per elementi nella stessa pagina.


Questa tecnica viene definita sandboxing (un’area protetta e sorvegliata all’interno della quale possono essere ad esempio eseguite applicazioni senza che queste possano realmente interferire con il sistema operativo vero e proprio).
Questo garantirebbe una maggiore fault-tolerant del browser.

Il documento dove si definiscono queste nuove tecniche è prelevabile dal sito Microsoft.

Queste tecnologie, una volta testate e consolidate, saranno ovviamente inserite in una futura versione di Internet Explorer.

aBellina (www.abspace.it)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest