Giornalisti pagati direttamente dai lettori



Si chiama Spot.us, ed è un esperimento di giornalismo finanziato dal basso, ovvero dagli utenti finali, i lettori.

Il progetto, che vedrà la luce il prossimo autunno, intende promuovere un giornalismo che incorpora una formula mista: gli utenti attraverso un wiki segnalano gli argomenti che sono interessati ad approfondire, il sito successivamente cercherà fondi per retribuire un giornalista professionista chiamato a realizzare un vero e proprio servizio.

L’articolo realizzato, oltre ad essere promosso su Spot.us verrà pubblicizzato in rete.

Quello che lo distingue da altri servizi con caratteristiche simili è che le storie trattate saranno circoscritte ad ambiti locali, attualmente solo San Francisco Bay.

Anche se le intenzioni del progetto sembrano innovative e positive le critiche non si sono fatte attendere, soprattutto per la delicata questione relativa al conflitto di interessi dei finanziatori degli articoli.

Attualmente Spot.us prevede un tetto massimo per le donazioni che ogni singolo finanziatore del progetto può elargire (il 20%), ma questo vincolo è facilmente superabile tramite presta nomi.

Personalmente credo che la questione del conflitto d’interessi non possa fermare il progetto, considerando anche il fatto che la maggior parte delle testate giornalistiche sono finanziate da partiti politici, imprenditori o banche.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • fonte NYT
    http://www.nytimes.com/2008/08/24/weekinreview/24kershaw.html?_r=1&ref=business&oref=slogin

  • Staremo a vedere :)

Pinterest