Gmail: le nuove etichette (label)



Entrando nel vostro account di Gmail avrete notato qualche differenza nei bottoni presenti quando guardate la vostra inbox.

E’ stata modificata la gestione delle ‘etichette‘ o ‘label‘ assegnabili alle mail.
Gmail infatti, a differenza degli altri client di mail, non consente l’archiviazione delle email in cartelle, ma ogni messaggio può essere etichettato con una ‘label’ e  mediante questa si possono filtrare le email.
Quindi invece di entrare in una cartella, per esempio, ‘DaFare’ (dove ci sono le email, che dobbiamo ancora lavorare) su Gmail invece assegneremo ai messaggi una etichetta ‘DaFare’ (magari colorata in rosso!).

Il meccanismo, una volta presa confidenza, è tutto sommato semplice e funzionale, ma gli sviluppatori di Google avevano notato che il vecchio meccanismo di assegnazione della label era macchinoso e quindi poco usato dagli utenti.
Hanno quindi modificato l’approccio aggiungendo un bottone “Sposta in” o (“Move to” in inglese) che assegna direttamente una label, tra quelle previste, in modo più intuitivo.
Tra l’altro, il comando “Sposta in” richiama molto lo stesso comando degli altri client di email che utilizzano lo stesso bottone per spostare fisicamente il messaggio in una cartella.
In questo i gestori di Gmail modo hanno preso ‘due piccioni con un fava’, hanno semplificato il meccanismo e lo hanno reso simile a quello dei client più diffusi.

aBellina (www.abspace.it)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest