Google Adsense uno stile di vita- come utilizzarlo al meglio per guadagnare online



Oggi parliamo di come utilizzare il più potente strumento di guadagno su internet, Google Adsense è secondo il mio parere il più potente strumento di guadagno su internet se utilizzato bene.

Mentre Adwords è un altro strumento che ci mette a disposizione Google per poter fare pubblicità al nostro sito, purtroppo utilizzarli insieme è molto rischioso perchè si rischia il Ban da Google Adsense, anche se ci sono delle modalità io preferisco non parlarne perchè con il regolamento di oggi non è molto chiaro se veramente si possa fare o no, quindi preferisco parlare di Google Adsense:
Adsense è uno strumento che se utilizzato bene da veramente i suoi frutti, prima di tutto il sito deve essere visitato altrimenti non si guadagna, quindi la prima cosa da fare bisogna avere un sito visitato, poi si può pensare a guadagnare.
Ho letto molti articoli su Google Adsense ed ho notato che molta gente lo usa per una settimana e poi comincia a dire che Adsense non serve a nulla, questo non è vero anche perchè se era cosi facile penso che oggi il mercato si era saturato di persone che lo utilizzavano.
Chi vuole guadagnare con google Adsense deve avere pazienza! non si può pensare di aprire un sito e cominciare a guadagnare nei primi 3 o 4 mesi, a seconda del tempo che si dedica in questo.
Molte persone non sanno posizionare i vari annunci quindi è normale che non si guadagna.

google adsense

google adsense

Cominciamo con il vedere come si utilizza Adsense:
La prima regola: controllare il colore di sfondo della pagina ed inserire all’ annuncio lo stesso colore di sfondo.
Seconda regola: Quando si crea un sito o un blog si sceglie un colore che predomina nella pagina o nel titolo dei post, perfetto! inserite il titolo dell’ annuncio con lo stesso colore del
titolo del post o con il colore che predomina la pagina, una volta fatto questo vedrete che il ctr (il ctr è la percentuale di click in base alle impression) comincierà ad aumentare e di conseguenza anche i guadagni.
Terza regola : questa non è una regola ma un mio consiglio personale, utilizzate i quadrati di google come pubblicità, per me sono i più utili.
Naturalmente se volete che il vostro sito cresca e dia guadagno bisogna rispettare le regole fondamentali sulla creazione di un sito che non abbia testi copiati, con errori di ortografia, senza delle basi di Seo (tag e metatag e parole chiave da inserire in una determinata maniera nella pagina).
Un altra cosa che vorrei esporre è che il guadagno non si basa solamente sulle visite giornaliere, vi spiego subito perchè, Adsense paga in maniera differente a seconda dell’argomento del sito, facciamo degli esempi, se io ho un sito di pesca non mi potrò aspettare più di 15 centesimi per un click su Adsense mentre se apro un sito di web hosting e spazio web posso tranquillamente aspettarmi click da più di 1€ quindi capite bene che la differenza c’è e si vede!!
Google Adsense non è un metodo che ti permette di guadagnare a breve termine ma vi voglio portare un paragone, io lavoro per due anni sul sito tutti i giorni per 8 ore al giorno o anche di più, il sito comincia a darmi i risultati sperati circa dopo 6 mesi e continua così, naturalmente seguendo le regole descritte prima quindi senza copiare articoli e scrivendo cose interessanti, dopo due anni diciamo che avete una entrata di 1500€ mensili che vi dirò sono una specie di pensione, perchè il mantenimento di un sito non vi porterà via più di 1 o 2 ore giornaliere.
Il mio è sempre un calcolo ipotetico prendendo come riferimento un sito che può ricevere una media di 0,70€ a click e calcolando di avere 1000 visite giornaliere e che il CTR sia del 7%.
Questo per dire che lavorare con Adsense è uno stile di vita, secondo me sono moltissimi i vantaggi che si possono riscontrare lavorando con Adsense, vi porto un altro esempio, una volta che si ha un sito che rende, e decidete di andare un giorno intero al mare lo potete fare tranquillamente perchè guadagnerete ugualmente, certo, non svilupperete niente in quel giorno ma quello che avete gia fatto vi ripagherà per molto tempo.

Parliamo di un ultimo punto , Quando si cominciano a guadagnare cifre come abbiamo descritto sopra, ricordatevi che superati i 6000€ annuali dovete aprire una partita iva e dichiarare quello che guadagnate altrimenti sarete degli evasori fiscali a tutti gli effetti, mentre se la cifra è più bassa di 6000€ potrete effettuare una ritenuta d’acconto.

Vorrei provare a chiedere all’INPS se mi da la pensione dopo solo due anni di lavoro!!

Per chi ha dubbi o domande o non è assolutamente d’accordo con me mi può scrivere, vi aspetto.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • nik84

    Se supero i 6.000€ ma ho un lavoro dove il titolare mi fa da sostituto d’imposta, si poossono dichiarare insieme, tipo col 730, o devo per forza aprire la partita iva?… non ne vale la pena aprirla, non hai certezza ke l’anno successivo superi la cifra sopra!…

  • Aldo

    Ciao,
    anche io sto lavorando sodo su un sito, cerco di seguire scrupolosamente tutte le regole di adsense, ma ho comunque la paranoia che adsense mi banni l’account, non lo so…ma leggo di bannaggi inspiegabili da aprte di utenti che mi hanno messo il dubbio.
    Attualmente lavoro solo 3/4 ore al giorno, di più non posso….ma il sito mi piace molto e comincia a dare i suoi piccoli frutti….mi piacerebbe lavorare sapendo che sono sulla buona strada e che non verrò bannato da un momento all’altro , buttando all’aria tutto il lavoro fatto….
    Grazie infinite a chi esprimerà un opinione!

  • Per la pensione dopo i due anni devi andare in parlamento insieme ai succhiasangue, mi raccomando seguite il movimento di liberazione nazionale di beppe grillo, ci libereremo una volta per tutte dello schifo che ci affoga.

  • loasterix

    Ciao, vi consiglio di dare un occhiata anche al mio articolo:
    http://www.mondoinformatico.info/11-aggregatori-di-notizie-per-aumentare-le-visite-al-tuo-articolo-pubblicato-su-mondoinformatico_post-25477.html

Pinterest