Google chiede un rimborso ad Oracle



La battaglia legale tra Google ed Oracle è stata per molto tempo una delle notizie più rilevanti della Silicon Valley. Secondo Oracle l’azienda di Mountain View stava utilizzando delle API di Java senza autorizzazione. Il giudice ha dato torto ad Oracle e Google si è rivelata vincente nel processo.

Per la precisione, le linee di codice incriminate risultano non coperte dal diritto d’autore e ad Oracle sono state riconosciute solamente delle infrazioni minime. Dato il risultato minimo ottenuto, Oracle aveva deciso di non preoccuparsi dei risarcimenti derivati da queste infrazioni, preferendo accelerare i tempi processuali.

Dato che la vittoria legale è stata assicurata, l’azienda di Mountain View ha deciso di rincarare la dose, chiedendo ad Oracle un rimborso di 4 milioni di dollari, 2.9 dei quali per le attività burocratiche che hanno comportato un ingente dispendio di carta, di tempo e di risorse, per le fotocopie dei documenti utili al processo.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest