Google chiude altri servizi



Google ha annnunciato la chiusura di altri servizi, come parte del programma di innovazione che ultimamente sta caratterizzando tutti i suoi prodotti.

I Google Labs vengono definitivamente chiusi: viene così a scomparire la fucina che ha ospitato esperimenti che hanno caratterizzato anche la nascita di alcuni prodotti Google attuali (come Gmail). Anche Google Code Search, il motore di ricerca per i listati di codici sorgenti liberamente distribuiti in rete, verrà chiuso (il 15 gennaio 2012), insieme a Code Search API. Presumibilmente, la ricerca di codici sorgenti dovrebbe essere integrata nel motore di ricerca Google tradizionale. Vengono chiusi anche i servizi di social-networking originari che Google aveva rilasciato in passato: ormai Google+ rappresenta un prodotto completo e di successo (anche se con alti e bassi, per quanto riguarda quest’ultimo). I servizi in questione, che verranno chiusi, sono Google Buzz, Buzz API, Jaiku, iGoogle’s Social Features. Infine, viene chiuso University Research Program for Google Search, che rappresenta un servizio molto simile a Google Scholar ed è rivolto alla comunità scientifica.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest