Google contro Cina, arriva un messaggio da Mountain View



Solo qualche settimana fa è arrivata la sconcertante notizia che degli hacker cinesi hanno attaccato il motore di ricerca più popolare del mondo.

A questo attacco è seguita una vera e propria battaglia tra Google e la Cina.

Infatti Mountain View, rischiando che il suo motore di ricerca venisse censurato dalla Cina, aveva prima minacciato di ritirare Google dallo Stato Asiatico e ora ha deciso di difendersi dichiarando che l’ 1 Marzo del 2010 non supporterà più Internet Explorer 6, l’ormai superato e snobbato browser di casa Microsoft.

E’ stato infatti tramite Internet Explorer 6 che gli hacker hanno attaccato le caselle di posta Gmail.

Internet Explorer 6 viene quindi accusato di non garantire più la sicurezza di cui sia gli utenti di Internet che le più grosse aziende hanno bisogno.

Francia e Germania hanno invitato i loro cittadini ad abbandonare il sistema operativo Microsoft in attesa che il browser decaduto apporti i dovuti aggiornamenti di sicurezza: totale appoggio a Google o un modo per contrastare gli hacker?

Usato ancora dal 20% degli utenti l’azienda Microsoft è stata quasi costretta a effettuare degli aggiornamenti ancor prima della data programmata, ma nonostante questo Google ha deciso comunque di rendere gradualmente inattivi alcuni dei suoi servizi come Google Docs e Google Sites.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest