Google: cosa guarda l’utente



Qualche giorno fa, nel Blog Ufficiale di Google sono stati pubblicati i risultati di un studio eye-tracking svolto sulla Ricerca Universale di Google.

Lo studio serviva, ovviamente, per capire come e cosa l’utente guarda nella pagina dei risultati di una ricerca e su quali punti focalizza la sua attenzione.

Questo studio servirà a Google per migliorare la presentazione dei dati rendendoli più
immediati. Lo stesso tipo di ricerca sarà fatto su altri prodotti Google come Google News e Image Search.

Quanto valga questa ricerca è difficile da dire, il solo fatto che il campione su cui è stata effettuata la ricerca composto da solo 34 persone potrebbe far insorgere qualche dubbio sulla sua validità.

Del resto è ovvio a tutti che durante una ricerca i primi 3 links ritornati da Google sono
tipicamente quelli su cui ci focalizziamo con più facilità.

Ma usando Google ognuno si crea una sua chiave di lettura dei dati, io per esempio, guardo la pagina in modo significativamente diverso a seconda del tipo di ricerca.
Se immagino che sia una ricerca difficile con termini molto usati o molto specifici analizzo con molta più cura anche l’URL del link a cui Google si riferisce nel sommario, infatti dal link cerco di capire se questo può portarmi ad un risultato valido (senza doverlo aprire).

Vedremo come questa ricerca andrà a modificare la pagina delle ricerche (immagino soprattutto per quelle a pagamento, un pò penalizzate dallo studio !).

aBellina (www.abspace.it)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest