Google multata per Street View



Google, tramite il servizio Street View integrato in Maps, consente ai suoi utenti di esplorare i luoghi del mondo a 360°, grazie a delle fotografie scattate da alcuni veicoli dell’azienda di Mountain View, sguinzagliati per le varie città e località del mondo. Google, per questo servizio, ha ricevuto contestazioni da FCC (Federal Communication Commission) per presunta violazione della privacy delle persone che si trovano in prossimità dei veicoli.

La FCC ha archiviato il caso aperto nei confronti di Google e relativo alla violazione della privacy, mentre ha disposto una multa di 25000 dollari per ostacolo delle indagini. Infatti, l’azienda di Mountain View non avrebbe collaborato adeguatamente per la fornitura di dati inerenti Street View ed i nomi dei dipendenti coinvolti nel progetto.

Per Google vi è quindi una multa da pagare, ma in generale si prospetta una vittoria in uno dei tanti casi che la vedono coinvolta sul fronte “privacy”. Street View resta ancora al centro delle attenzioni in molti Stati per quanto riguarda la privacy, in ogni caso l’azienda di Mountain View continua a garantire la riservatezza degli utenti tramite i suoi algoritmi di oscuramento volti, targhe e numeri riconducibili a persone.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest