Google NON blinderà Chrome



E’ stata segnalata recentemente una notizia che vedrebbe l’azienda di Mountain View effettuare una mossa simile a quella che da sempre ha caratterizzato Apple con iOS, impedendo l’installazione di applicazioni non scaricate dall’App Store ufficiale. L’azienda di Mountain View avrebbe deciso di limitare la possibilità di installare applicazioni su Chrome / Chrome OS solamente a quelle inserite, approvate ed autorizzate sul Google Chrome Web Store.

In realtà Google non limiterà assolutamente la possibilità di installare applicazioni non ufficialmente inserite nel Google Chrome Web Store. La decisione è descritta nel dettaglio in questa pagina, dalla quale si ricava il seguente testo:

Cerchiamo costantemente dei metodi per rendere più sicuro il tuo browser. A tale scopo, di recente abbiamo modificato la modalità di aggiunta al browser di estensioni non disponibili nel Chrome Web Store. In passato qualsiasi sito web poteva chiederti di aggiungere un’estensione nel tuo browser. Nell’ultima versione di Google Chrome puoi comunicare espressamente a Chrome che desideri installare queste estensioni aggiungendole tramite la pagina Estensioni.

Da ciò si evince che non sarà concessa ai siti web la possibilità di avviare installazioni automatiche delle estensioni (solo il Chrome Web Store le può avviare), ma la possibilità di installare estensioni non ufficialmente approvate rimane. Come si possono installare? Seguendo le istruzioni indicate in un altro paragrafo del testo:

Procedura per l’aggiunta di estensioni da altri siti web

È consigliabile aggiungere soltanto le estensioni di altri siti web che ritieni attendibili. In Chrome puoi aggiungere l’estensione procedendo nel seguente modo:

  1. Scarica il file dell’estensione dal sito web e salvalo sul computer.
  2. Fai clic sull’icona della chiave inglese sulla barra degli strumenti del browser.
  3. Seleziona Strumenti > Estensioni.
  4. Cerca il file dell’estensione sul computer e trascinalo nella pagina Estensioni.
  5. Esamina l’elenco di autorizzazioni nella finestra di dialogo visualizzata. Se desideri procedere, fai clic su Installa.
Pertanto la mossa di Google non va a limitare la libertà degli utenti, ma va solo ad aggiungere un ulteriore strato di sicurezza a Chrome.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest