Google sotto accusa per la privacy



Google è stato messo sotto accusa dalle autorità americane ed europee per violazioni della privacy , con consegunze che potrebbero raggiungere anche milioni di euro sotto forma di multe .

L’accusa si basa sul fatto che , oltre a non proteggere la privacy degli utenti , ha anche inserito in modo non consenziente i cockie , anche se gli utenti hanno specificato di non volerlo attivare .

In Europa contro il colosso americano si è mossa la Commission nationale de l’informatique e des libertes francese . Google si è impeganta aperta alla cooperazione con le commissioni d’inchiesta , perchè ritiene di non aver fatto niente di sbagliato .

Già l’anno scorso la Commission nationale de l’informatique e des libertes ha multato Il colosso americano di 100.000 euro per aver raccolto password agli utenti di Street Wiev . In quella occasione Google ha chiesto scusa e promesso di cancellare le informazioni raccolte in modo illegale .

Per vedere come finirà la vicenda , seguite il nostro sito .

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest