Google Talk: telefonate gratis con il PC



Si chiama Google Talk ed è l’ultima innovazione del parco software di Google. Come al solito, un piccolo gioiello che, sebbene ancora in fase di beta testing, già mostra i muscolie farà sicuramente parlare di sè.

In soli 900 KByte, il piccolo software comprende tre diverse funzionalità, utili per mantenere con costanza i propri contatti on line: un servizio Voip per telefonare gratis via internet ad altri utenti Google Talk; un instant messenger per scambiare messaggi istantanei; un’interfaccia verso l’account di posta Gmail con notifica in tempo reale dei nuovi messaggi ricevuti e invio di email agli utenti connessi cliccando sul link Email dell’interfaccia.

Google Talk si scarica dalla pagina http://talk.google.com e può essere utilizzato solamente se si possiede già un account Gmail. Gli utenti che non lo possiedono possono essere invitati da utenti Google Talk o da altri utenti Gmail.

Scaricato, installato ed eseguito, Google Talk visualizza il modulo di registrazione: basta inserire il nome utente Gmail e password. Al primo accesso il programma mostra, in un box di notifica, le eventuali e-mail del proprio account non ancora lette e carica in memoria tutti i contatti presenti in Gmail. Per aggiungere un nuovo utente alla propria lista basta digitare l’indirizzo email sul modulo contraddistinto dalla lente di ingrandimento; a mano a mano che si scrive l’indirizzo vengono mostrati gli account già registrati nella rubrica di Gmail e, se evidenziati con il puntatore del mouse, visualizzeranno il pulsante Invite attraverso cui poterli invitare alla lista dei propri contatti. Se un utente invitato non ha ancora un account Gmail, assieme con l’invito Google Talk verrà spedito anche un invito Gmail. L’invito, come in tutti i messenger, deve essere accettato. Facendo doppio clic sull’utente che ha accettato l’invito, si inviano messaggi istantanei e si avvia la chat, che può essere anche multipla. Una finestra secondaria si aggancerà a quella principale. Dalla stessa finestra, è possibile anche inviare email e avviare una conversazione vocale: basta cliccare sul pulsante Call e l’altro utente verrà avvisato, anche con un segnale sonoro, dell’arrivo di una chiamata. Dalla finestra secondaria, che visualizzerà anche i livelli di qualità del segnale, si può anche continuare a chattare.

Attualmente GTalk è in fase di test e alcune funzioni non sono ancora pronte. Mancano le icone delle emoticons che, se digitate da tastiera, non vengono sostituite con la grafica ma colorate di azzurro. Per evidenziare in grassetto una parola bisogna inserirla tra asterischi (*prova*), mentre l’effetto sottolineato si ottiene con l’underscore (_prova_). La qualità dell’audio, eccellente in banda larga, è discreta anche a 56k. In futuro è previsto un importante miglioramento: il potenziamento del Voip attraverso l’adozione del protocollo SIP che consentirà di instradare le telefonate anche verso numeri di rete fissa.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest