Guida ad iTunes 11



iTunes 11 è finalmente disponibile per OS X e Windows. La nuova versione non è molto diversa dalla precedente: iTunes organizza file musicali, film, spettacoli televisivi, podcast, iBook ed altre applicazioni iOS. Tuttavia possiede nuove qualità visive e risulta essere molto più efficiente.

Dopo aver aperto l’applicazione, noterete subito che la caratteristica barra laterale di iTunes (dove vi erano situate le icone per l’accesso alle playlist, alle librerie musicali e a qualsiasi iPod/iPad/iPhone collegati) è andata. Al suo posto vi è una barra nella parte superiore provvista di menù a tendina. (Se siete fan della vecchia interfaccia, non disperate: potete facilmente riportare la vecchia e rassicurante barra laterale).

Noterete anche che le performance sono notevolmente migliorate. L’iTunes Store, ad esempio, è significativamente più veloce: il passaggio tra musica, film e app è quasi immediato.
Uno del principali temi, proposti per l’interfaccia utente, riguarda l’uso di pannelli scorrevoli che si aprono per mostrare le informazioni necessarie, ma che possono essere nascosti per salvare spazio sullo schermo. Ad esempio: cliccando sulla copertina di un album si espande l’area che contiene la lista dei brani, il pulsante play, e un link per visualizzare contenuti simili su iTunes Store.

La creazione di playlist e la gestione dei supporti collegati ha un design simile: cliccando su una delle playlist, dalla barra di navigazione in alto, apparirà un familiare elenco sulla sinistra, ma se vorrete creare una nuova playlist vi apparirà un riquadro nella parte destra della libreria. Da qui potrete trascinare brani o album e riordinarli al volo, oltre a poter visualizzare un’anteprima della vostra creazione. Una volta terminato il vostro lavoro, il riquadro scivola via e la nuova playlist viene aggiunta alla libreria.

L’aggiunta di un dispositivo funziona più o meno allo stesso modo: la visualizzazione a schermo intero è ancora presente ma potrete disporre anche di un riquadro più piccolo dovete potete agevolmente trascinare i contenuti.

Probabilmente la più grande miglioria sta nell’introduzione della funzione up next. iTunes infatti dispone finalmente della possibilità di creare una vera e propria “coda” musicale: quando aprite un album o una playlist, tutti i brani sono aggiunti alla lista ma potete facilmente rimuovere quelli che non volete sentire. Potete anche aggiungere nuovi brani, album o playlist alla coda cliccando “add to up next” oppure potete saltare all’inizio della coda con la funzione “play next”.

Apple sta inoltre sollecitando la sincronizzazione iCloud: una funzione che vi permetterà di iniziare a guardare video da un dispositivo e continuare a guardarlo da un altro. Al momento però risulta essere un buco nell’acqua.

Il nuovo iTunes possiede, insomma, un aggiornamento significativo rispetto alla versione precedente. Se da una parte le scelte estetiche possono essere oggetto di discussione, le nuove funzioni sono molto apprezzate così come le prestazioni veloci.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest