Guida al Download: Scaricare in Direct Link, con Emule e via Torrent



download
In questa piccola guida vorrei illustrare i tre metodi più diffusi per scaricare file da internet, ovvero il download diretto, i torrent ed emule. Non andrò nel particolare di nessuno di essi, forse un più per i torrent, ma il mio obbiettivo è quello di fare venire quanta più gente possibile a conoscenza di questi tre metodi basilari. Infatti mi accade ancora oggi spessissimo di incontrare gente che non conosce i torrent o usa davvero poco il download diretto, che invece è un’ottima strategia per avere i file desiderati in poco tempo. Ecco quindi in breve i 3 modi migliori per scaricare dal web i vostri file:

EMULE

Ormai conosciutissimo, non ha bisogno di presentazioni. Questo software freeware basato sulla logica peer to peer (p2p) è il più usato in assoluto. Si basa su un sistema di code di utenti che bisogna “scalare” per poter scaricare a velocità ottimali. Per averlo basta scaricarlo gratuitamente (sarebbe davvero superfluo un link anche per questo) e installarlo, la lingua italiana è tranquillamente disponibile e il programma quando parte la prima volta ci dà l’opportunità di impostare alcune cose di base. Per iniziare si clicca su “connetti”, e il programma dovrebbe connettersi così ad entrambi gli sbocchi che possiede: i server e la rete KAD. E’ possibile scegliere il server a cui connettersi dalla linsta presente in “Server”. Per cercare i file da scaricare basta semplicemente andare in “cerca” ed effettuare una ricerca per parola chiave, scegliendo poi il tipo di file che si vuole cercare (audio, video, ecc) e dove ricercarlo (nella rete Kad, nel server o in tutti i server in lista). I file compariranno nella lista sottostante: più la scritta è blu acceso, più il file ha fonti e sarà più semplice e veloce da scaricare, se al contrario sarà scritto in nero avrà pochissime fonti (0, 1 o 2). Cliccando due volte sul file esso andrà in lista download e pian piano dovrebbe iniziare il download, che però non parte subito come per altri programmi o come per gli altri metodi. A download terminato il file finirà in una sottocartella della cartella di installazione, chiamata “Incoming”. Qui sotto vi riporto alcune regole GENERALI per poter sfruttare al massimo emule, ma non scendo nel particolare, sono solo piccole nozioni basilari:

1- E’ meglio, se potete, tenere emule sempre acceso. Ogni volta che lo spegnete per più di qualche minuto perderete la posizione guadagnata in coda e i vostri “privilegi”. I download così andranno più lenti e partiranno dopo…

2- Per effettuare una ricerca sappiate, in linea di massima, che allo stato attuale la rete Kad è forse migliore dei server. I risultati non contengono fake file e sono molto più numerosi. Il file trovati su un server però in linea generale hanno più fonti.

3- E’ importante tenere sempre aggiornata la lista dei server. Se possibile aggiornatela almeno una volta a settimana, seguendo i passi indicati a questa pagina.

4- Cercate di avere sempre un numero di fonti TOTALI da cui state scaricando molto alto.

Per quanto riguarda emule penso possa bastare…

TORRENT

Scaricare via torrent è una cosa un pò diversa. I torrent sono file di piccoli dimensioni che si possono scaricare da siti quali mininova.org (ovvero siti di raccolta dove vengono riuniti torrent da tutto il mondo) oppure da siti o community italiane, pieni di gente volenterosa di condividere i propri file, essendo i torrent sempre basati sul p2p. Uno di questi siti che amo particolarmente è tntvillage.scambioetico.org , davvero ben fornito e ricco di descrizioni per ogni singolo file torrent, dove però è consentito l’accesso solo ai membri registrati (l’iscrizione è totalmente gratuita e sicura).

Il file torrent che andremo a cercare dovrà essere lo stesso del file che vogliamo scaricare, ad esempio se cerco un certo documento posso andare su mininova, cercarlo e scaricare il file torrent corrispondente. Il file che scarichiamo non è ancora il file desiderato ma solo una sua “ombra” potremmo dire, una specie di collegamento ad esso. Per avere il file vero e proprio basta aprire il file torrent con uno dei programmi appositi e ce lo ritroveremo in una lista download simile a quella di emule. Questi programmi, detti client, si possono scaricare gratuitamente dalla rete, e i due più famosi sono Azureus Vuze e uTorrent. La differenza tra i due sostanzialmente è questa: azureus è più professionale e strutturato in modo molto migliore (almeno a mio avviso), utorrent invece è leggero e meno potente, ma non consuma molte risorse di sistema (al contrario di azureus che invece occupa buona parte di ram e di banda. Comunque sia, una volta scaricato e installato  il suddetto software e procurato il file torrent da qualche sito, apriamo il torrent col software e daremo inizio al download.

Nella lista download possiamo avere varie informazioni, a seconda anche del software che avete scelto (utorrent, azureus o altri ancora), ma la cosa importante sono i seed. Essi corrispondono alle fonti di emule. Se nonci sono seed, ovvero persone a condividere il file, non potremo scaricarlo, o almeno non completamente. Ricordate inoltre che una volta aperto con il client, il file torrent può essere anche cancellato, il dowload rimarrà ugualmente in lista. Una volta terminato il download inoltre, il file resterà in “seeding”, ovvero in condivisione, in upload. Condividetelo almeno un pò per non interrompere la catena e far morire il file, rendendo impossibile ad altri scaricarlo, e poi cancellatelo (infatti consuma comunque banda che potrebbe essere usata per altro).

DIRECT DOWNLOAD

Infine c’è il download diretto. Ci sono per la rete decine e decine di siti e forum che propongono di scaricare file che loro stessi inseriscono su siti di hosting come Megaupload e Rapidshare. Semplicemente vi verranno forniti dei link che vi indirizzeranno al sito dove è hostato il file, e tramite un paio di passaggi voi potrete scaricare il file a velocità molto maggiore che con emule o con i torrent. Potete anche iscrivervi come membri premium (pagando ovviamente :P) su questi siti, per poter scaricare più di un file contemporaneamente. L’alternativa migliore a ciò per scaricare molti file in poco (beh, il minimo indispensabile) tempo è jDownloader, di cui ho parlato in un altro mio articolo su come scaricare velocemente da megaupload e simili con questo software.

Penso sia tutto quel che c’è da sapere di base sui download e sul come effettuarli, poi iniziando ad abituarsi si può ricorrere a guide più specifiche… Buon download a tutti!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest