Guida alla scelta dell’hosting



Il panorama dell’hosting in Italia è molto vario. Nuove aziende vengono create, altre chiudono i battenti. Alcune crescono in modo esponenziale, altre invece crescono molto lentamente o addirittura retrocedono. Fin qui niente di nuovo.

Ma perchè alcune aziende di nuova creazione hanno un’ascesa esponenziale, mentre altre stentano a crescere?

In linea di massima, a parte rari casi isolati, le aziende di hosting vengono avviate da persone che già lavoravano in questo settore, o erano comunque dei sistemisti, e decidono di fare un investimento e mettersi in proprio. Ma proprio perchè spesso sono ingegneri pensano che le caratteristiche teniche siano l’elemento principale necessario a convincere una persona ad acquistare.

Ma parliamoci chiaro, alcune caratteristiche dovrebbero essere la base di un servizio di hosting, non il punto di forza. Velocità e stabilità del server, uptime garantito, supporto alle ultime versioni di php e mysql, supporto cgi-bin, php.ini personalizzabile…

Queste devono essere un punto di partenza, a meno che non stiamo parlando di un hosting lowcost, ma a questo punto la qualità del servizio viene dopo, le persone comprano perchè spendono poco (anche se non capisco perchè spendere poco per una cosa che poi funziona male, meglio spendere mezzo euro in più al mese per un servizio come si deve).

Cercando in rete ci si è presentata un’azienda di nuova creazione, ma fondata da uno staff con esperienza decennale, e quindi promette ben. Come diciamo sul nostro blog hostingeserver.com abbiamo avuto modo di provare il loro servizio, che è senz’altro fuori dal comune.

Il servizio di cui stiamo parlando è supporthost. Come si può intuire il loro punto di forza è il supporto, ed in effetti lo è. Li abbiamo contattati con un indirizzo personale per richiedere informazioni su uno de loro piani (e non far vedere che eravamo noi) ed abbimo ricevuto una risposta in tempi sbalorditivi. Ovviamente li abbiamo pure chiamati per testare il servizio di supporto telefonico, devo dire che sono persone molto cordiali e disponibili.

Ma la cosa che ci ha veramente stupiti del loro servizio (se te lo stai chiedendo, sì, loro hanno forniscono il servizio che ci si aspetta quando si parla di hosting professionale) è il “Tutorial on Demand”. In pratica SupportHost garantisce la stesura di tutorial su richiesta entro 48 ore, quindi se sei un loro cliente e non riesci a fare una determinata cosa usando il loro pannello puoi richiedere un tutorial per capire come fare.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • L’assistenza sebra buona

Pinterest