Guida all’aggiornamento automatico di tutti i Driver del PC



Una delle operazioni che portano via più tempo quando si utilizza un computer è sicuramente la ricerca e l’aggiornamento  dei driver dei vari disposistivi hardware presenti.
Fino a poco tempo fa occorreva fare tutto manualmente, ma finalmente possiamo dire addio a lunghe ricerche sui siti più disparati, o a pensare dov’è finito il CD dei driver della scheda madre o delle porte USB.

Da qualche tempo esistono alcuni programmi che fanno tutto in automatico,  risolvendo così ogni problema di driver o di aggiornamento, ne ho provati alcuni come Driver Genius e DriverMax, il migliore di questi è Driver Detective che useremo come spunto per questa guida.

Scaricato il programma in italiano dal sito: Driver Detective, dopo l’installazione sarà sufficiente far partire l’analisi hardware del nostro PC e il programma collegandosi all’enorme database online con milioni di driver, ci dirà in pochi secondi quali sono i driver da aggiornare e quali sono a posto.

guida driver-detective

Dopodichè potremo far partire il download automatico di tutti i driver necessari tramite le icone del dischetto, e nel giro di pochi minuti avremo tutti i componeti del computer pronti a funzionare al meglio!
è l’ideale per non dover sempre controllare manualmente se sono uscite nuove versioni dei driver e per risolvere malfunzionamenti e cali di prestazioni vari dovuti a driver vecchi di cui magari ignoravamo perfino l’esistenza. Perchè oltre ai principali ce n’è sono varie decine che magari non abbiamo mai aggiornato da anni!
Il consiglio è quello di far girare Driver Detective ogni 2-3 settimane per ricercare i nuovi driver in modo da essere sempre a posto, in particolare con i driver video ATI e nVidia.

Consiglio inoltre di fare il backup dei driver prima di fare una nuova installazione di Windows, in questo modo potremo risparmiare un sacco di tempo, a me capita spesso e devo dire che mi riesce difficile pensare che prima facevo tutto a mano ogni volta, oppure che dovevo fare un’immagine con ghost che inevitabilmente dopo pochi mesi diventava obsoleta!

Ottimo anche per i portatili che spesso fanno disperare e il passaggio a Windows Vista per cui c’è un’apposita procedura guidata, oppure per il downgrade a Windows XP (che consiglio) in tutti e due i casi procedimenti di ore si riducono a pochi minuti.

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest