Guida definitiva al Jailbreak Untethered di iPhone 5 e iPad Mini



Qualche tempo fa gli hacker impegnati alla realizzazione del jailbreak per il sistema operativo iOS 6 avevano promesso che per Marzo la modifica sarebbe stata disponibile. E non solo sono stati di parola, ma hanno anche anticipato i tempi! Infatti è uscito da pochissimo il jailbreak unthetered di iOS 6, la modifica finale che non necessita di ripristino tramite computer nel caso il dispositivo si spegnesse. La news è rimbalzata rapidamente per il web, facendo felici i tanti possessori degli iDevice (iPhone 5, iPad Mini, ecc) che attendevano con ansia la possibilità di modificarli.

Ma bando alle ciance, vediamo gli “ingredienti” che servono per eseguire il nuovo jailbreak.

PRIMA DI COMINCIARE…

– Ricordate che la modifica la state compiendo a vostro rischio e pericolo, perciò non ci si assume alcuna responsabilità in caso di incauto utilizzo.
Fate un backup del dispositivo per evitare la perdita dei dati in caso qualcosa non andasse per il verso giusto
– Per una procedura più veloce e sicura, ripristinate il dispositivo riportandolo allo stato originale e aggiornatelo all’ultimo sistema operativo (consiglio degli hacker)
– Chiudete tutte le applicazioni aperte lasciando solo quello di evasi0n, il tool che vi servirà per effettuare il jailbreak

DISPOSITIVI E IOS COMPATIBILI

– iPhone 3GS/4/4S/5
– iPad 2/3G/4G/Mini
– iPod 4G/5G
– Apple TV 2

– iOS 6.0
– iOS 6.0.1
– iOS 6.0.2
– iOS 6.1

OCCORRENTE

– Un computer con sistema operativo Windows XP o successivo, Mac OS X 10.5 o successivo, o Linux x86/x86_64.
– Un dispositivo con annesso sistema operativo entrambi compatibili con il tool “evasi0n” (fate riferimento all’elenco in alto)
– Un cavo USB per attaccare il dispositivo al computer

PROCEDIMENTO

1. Scaricate evasi0n da questi link a seconda del computer che utilizzerete per effettuare la procedura:
– Mac 
– Windows 
– Linux

2. Collegate il dispositivo già acceso al computer e avviate evasi0n, facendo attenzione che il dispositivo e il sistema operativo presenti al suo interno vengano rilevati correttamente

3. Premete quindi sul bottone “Jailbreak” e aspettate che la procedura vada avanti. NON TOCCATE NIENTE!

4. Quando il caricamento sarà arrivato a 80% circa, apparirà sul device l’icona “Jailbreak” e un messaggio in inglese che vi chiederà di sbloccare il dispositivo e cliccare una volta sulla sopracitata icona per continuare la procedura. Una volta sbloccato, si aprirà la Home del dispositivo dove troverete l’icona da cliccare (una volta sola, non di più).

5. Aspettate che il caricamento termini e cliccate Exit quando apparirà. Noterete una serie di animazioni e schermate con sopra il logo di evasi0n. Attendete finché non apparirà l’icona di Cydia nella Home.

6. Aprite Cydia, fategli fare la configurazione, quindi il dispositivo si riavvierà automaticamente.

7. IL VOSTRO DISPOSITIVO E’ STATO CORRETTAMENTE JAILBREAKATO!

E POI?

Ora che il dispositivo è stato modificato, avete due opzioni: potete scegliere di non reinserire il backup fatto precedentemente, partendo perciò da una condizione di “nuovo” come uscito dal negozio, quindi senza applicazioni e dati precedentemente esistenti (tranne quelli che legati ad iCloud o ad altre applicazioni, come ad esempio Facebook) oppure ricaricare il vecchio backup, in modo da avere il telefono nelle stesse condizioni di prima, fatto salvo per il nuovo jailbreak.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest