Guida per principianti all’ Overclocking di Schede Video con ATI Tools e RivaTuner



20090806images10Ho voluto creare questa semplice guida in quanto tutte le schede più recenti permettono un modesto livello di overclock senza subire danni, così da avere un sensibile aumento delle prestazioni,  tutto questo gratis. Bisogna per tenere ben presente una cosa; l’overclock nella maggior parte dei casi invalida completamente la garanzia del prodotto e se non vengono prese le giuste precauzioni puo danneggiare in maniera irreparabile i componenti. In questa guida utilizzeremo le seguenti utilities per l’overclock: ATI Tools e RivaTuner, ed effettueremo tutta la procedura di  benchmarking con 3DMark06.

RivaTuner è un’utility  per modificare il voltaggio del core della GPU e per cambiare la frequenza della memoria della scheda video. ATI Tools è invece un programma che ci verrà utile per verificare la stabilità della nostra scheda e monitorare le temperature raggiunte dal core in situazioni di stress. Dopo aver effettuato il download delle due applicazioni possiamo porcedere ad utilizzare la prima: Riva Tuner (Se avete intenzione di effettuare un test con 3DMark06 in precedenza alloperazione  di overclock, per verificare il prima e il dopo la cura vi consiglio vivamente di farlo ora.)

Non lanciate nessun nuovo programma e fate in modo che il sistema sia in stand-by prima di far partire RivaTuner in quanto questo potrebbe influire sulla veridicità dei dati. Nella sezione ” Target Adapter” individuiamo l’ icona  “Customize”. Premiamola e successivamente selezioniamo “Hardware Monitoring”  per verificare qual’è l’attuale temperatura del core della GPU e prendiamone nota. Dopo aver fatto questo procediamo con l’avvio di ATI Tool. Selezioniamo “Scan for Artifacts”. Lasciamo attivo il processo per qualche minuto e teniamo sotto controllo la temperatura  in RivaTuner per determinare a che livello arriva in pieno carico e poi trascrivamo il valore sotto il precedente, quello riferito al core in riposo.Fermiamo l’ artifact scan in ATI tools e torniamo a RivaTuner. (Se utilizzate un sistema di raffreddamento a liquido potete saltare il seguente passaggio): Clicchiamo su “Customize” , poi “Low Level – System Settings”, facciamo click sull’etichetta “Fan” , e poi su “Low Level Fan Control”. Spostiamo il valore al 100% e selezioniamo Apply. Se la ventola fa un rumore eccessivo riduciamo il valore gradualmente fino a che non crea disurbo. Fatto questo salviamo il profilo per memorizzare la nostra modifica.

Dopodichè,sempre in RivaTuner selezioniamo “Customize” e poi “Low Level System Settings.Clicchiamo sulla casella Overclocking , e poi su “Enable  Low-Level Driver Overclocking”. Clicchiamo Save, e diamo un nome al nostro profilo.

Cominceremo il nostrro overclocking incrementando il valore Core Clock di 10Mhz  e cliccando su Apply, adesso dobbiamo tornare su ATI Tools ed effettuare nuovamente la procedura Scan for Artifacts.Se dopo circa un minuto non appare nessun artefatto sullo schermo possiamo tornare al nostro overclock e alzara ancora di 10Mhz la frequenza del Core. Confermiamo l’operazione con Apply ed effettuiamo nuovamente con ATI Tools uno click Scan for Artifacts. Se neppura adesso appaiono artefatti allora ripetiamo la procedura fino a che non riteniamo sia sufficente o fino a quando non vediamo apparire artefatti sullo schermo.  Se questo dovesse succedere,abbassiamo la nostra frequenza di 20-30Mhz attendiamo un paio di minuti e poi rieseguiamo nuovamente “Scan forArtifacts”. Torniamo su RivaTuner e andiamo a confrontare la temperatura attuale con quella annotata in precedenza.

Adesso è giunto il momento di installare, se non lo avete gia fatto, 3DMark06 , una utility di benchmarking  per eseguire dei test sulle performance 3d della nostra scheda video.Procediamo…installiamo e avviamo l’applicazione, facendo sempre molta attenzione ad eventuali artefatti o altri segnali di instabilità del sistema.Un po di Lag ci puo stare  (a seconda dell’Hardware presente nel computer).

Se tutto appare essere stabile allora possiamo tornare su Rivatuner e procedere con l’overclocking della “Memory Clock speed”.Effettueremo le stesse identiche operazioni utilizzare per l’overclock del Core, alziamo il vaore di 10Mhz per volta e poi lanciamo da AtiTools lo “Scan for Artifacts” . Sarebbe buona cosa effettuare una esecuzione di 3DMark06 ogni 2-3 innalzamenti del clock per testatre la piena stabilità del sistema. (Non preoccuopatevi troppo se il sitema dovesse andare in Crash, puo’ succedere.). Dopo che avremo ottenuto una situazione stabile senza crash o artefatti possiamo procedere alla creazione di un Launcher. Un launcher e semplicemente un tasto che permette di passare dalla velocità standard della nostra scheda a quella da noi impostata in fase di overclock.

Clicchiamo sull’etichetta launcher di Rivatuner e poi su Add New Item (un grosso “più” di colore verde). Clicchiamo s u OK lasciando attiva la selezione su Regular Item. Scegliamo un nome (ad es. overclock1), e  poi selezioniamo i profili di overclock e quello relativo alla velocità della ventola dal menù a discesa per poterli associare al nostro Launcher. Clicchiamo su Ok per terminare la creazione del nostro Launcher che ci servirà per attivare  il nostro tanto sudato overclocking.Se poi vogliamo esiste anche un’opzione che ci permette di “lanciare il Launcher” all’avvio del sistema. .

Questo è quanto ragazzi miei, ci sono livelli di overclocking molto più spinti che sicuramente possono far ottenere prestazioni decisamente superiori e a seconda del vostro hardware un raffreddamente più adeguato potrebbe essere una scelta obbligata. Alcune persone utilizzano il raffreddamento a liquido per poter ottenere degli ottimi livelli di overclok ma questa è tutta una storia a se.

Grazie della pazienza che mi avete dedicato e alla prossima.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • bell’articolo! lo voto!

  • eldrako

    Grazie mille!!!

  • COMPLIMENTI!

    GRANDE GUIDA!

Pinterest