Guida rapida al Jailbreak Untethered di iOS 6



Il 4 Febbraio, il team evad3rs ha rilasciato il tool “evasi0n” per il rooting definitivo (anche in caso di riavvio) degli iDevice. I terminali coinvolti sono diversi. Si parte dagli iPhone (3GS, 4, 4S, 5) per arrivare agli Ipad (2°, 3°, 4° generazione e mini) senza dimenticare gli iPod touch (4° e 5° generazione) e le Apple Tv (di 2° ma non di 3° generazione), a patto che tutti i device siano aggiornati a iOS 6.0 o 6.1.

Prima di iniziare questo procedimento, si richiedono una “cassetta degli attrezzi” particolare (un pc con Windows/Mac/Linux, un cavo usb compatibile ed evasi0n) e diverse cautele: in particolare è necessario eseguire un backup senza password con iTunes, salvare i certificati SHSH per iOS 6.1 (nel caso venga rilasciato un update a iOS 6.1.1) e togliere il pin di sblocco dal terminale da “liberare”. Espletate queste fasi si può procedere.

La prima cosa da fare è quella di collegare l’iDevice al computer ed attendere che iTunes lo rilevi (avendo cura di chiudere quest’applicazione). Successivamente si può lanciare evasion 1.0 dalla cartella nella quale lo avevamo scompattato: comparirà una schermata con la sola voce “jailbreack” (nel caso la voce non fosse cliccabile, è necessario togliere – su iTunes – la password dal backup).

A questo punto occorre cliccare tale comando (sul pc) e procedere: il device da liberare invierà dei dati al terminale e quest’ultimo risponderà con l’instradamento dei dati del jailbreack. Ad un certo punto il device si riavvierà (in caso contrario si proceda ad un reboot con “Home” e “Power”) e presenterà, nella home, il loader del jailbreack. Scolleghiamo il device e clicchiamo sull’icona del loader citato: evasi0n si collegherà ad internet e scaricherà lo store Cydia con alcuni pacchetti base. Seguirà un altro riavvio e, infine, potremo notare che la procedura di rooting si è conclusa con successo: sblocchiamo il device e scrolliamo le pagine sino a trovare Cydia.

Al nostro primo ingresso nello store di Saurik, quest’ultimo configurerà il suo file system e riavvierà il device. Nessun problema: al successivo ingresso nel device, troveremo Cydia e potremo scegliere l’utenza da noi preferita in modo da poter installare i temi ed i tweak che desideriamo. Attualmente la procedura registra piccoli bug (spesso risolti col riavvio del device) ed il team evad3rs risulta già al lavoro per la loro risoluzione.

evasi0n

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest