Guida su Come Proteggere i nostri Figli da siti web con contenuti per Adulti.



Ho deciso di scrivere questa breve guida dopo le numerose domande che ricevo giornalmente dai miei colleghi sull’ utilizzo del PC.

Molti di loro avendo figli piccoli si preoccupano, giustamente, di evitare che questi vengano sottoposti ad immagini o contenuti poco raccomandabili, porno e per adulti  chiedendomi come fare.

Premesso che , a mio parere, l’uso del PC da parte dei nostri figli debba essere sempre monitorato e accompagnato dalla presenza dei genitori almeno fino all’ età di 13 anni, e che sono proprio i genitori a non avere una sufficente educazione informatica di base, e anche vero che oggi su internet si possono trovare alcuni strumenti e software utili che ci aiutano a proteggere i piccoli dalla visualizzazione di siti web con contenuti e materiale x adulti anche senza che sia necessaria la nostra presenza.

Quali sono questi strumenti e come ci aiutano ?

1. Reti Protette e Motori di Ricerca per Bambini
Esistono alcuni portali studiati appositamente per i bambini, o meglio RETI PROTETTE, che hanno il compito di offrire loro una navigazione lontana dalla visualizzazione di siti web con contenuti inadatti.

Alcuni di essi che ho potuto verificare sono:

www.lagirandola.it
www.ilveliero.info
www.bambini.it

In quest’ ultimo sito potete trovare altri utili links per effettuare le vostre ricerche in tutta tranquillità e far navigare i vostri figli in modo sicuro.

2.Programmi Software da installare sul Pc
Esistono diversi programmi per evitare la pornografia ai minori.
Per citare alcuni nomi: CyberPatrol, NetNanny, CyberSentinel, ma quello che di cui vi voglio parlare è un programmino del tutto gratuito in italiano che si installa e configura facilmente in 2 minuti.

L’ ho trovato dalle risorse del sito html.it e si chiama PARENT FILTER.
Qui uno screenshot

Esso è un software che impedisce la visualizzazione di siti web con contenuti x adulti.

Il Software una volta istallato verifica la presenza di determinate frasi o parole poco raccomandabili nei testi, negli url, e nei link delle pagine e di conseguenza blocca la visualizzazione del contenuto x adulti. Questo software permette inoltre di inserire manualmente frasi e parole poco consigliate per i bambini e vietare l’accesso a quelle pagine in cui sono presenti.

Un Software veramente molto semplice da installare e da configurare.

Questo il link per il download.

In Conclusione, ripeto a ricordare, che soprattutto fino ai 13 anni del bambino,
è compito dei genitori monitorare tutte le attività del bambino che compie
sul Pc
, e sconsigliare la visita, se non accompagnati, di alcuni siti web “famosi”
come ad esempio youtube senza una completa dimestichezza sull’ uso del pc.
Quest’ ultimo, secondo me, infatti non ha un buon filtro sulle ricerche correlate dei video.
Problema e che potrebbe infatti apparire video consigliati con contenuti sexy o hard.

E’ molto facile per chi è ancora poco pratico di internet, di perdersi nella grande “Tana del Lupo“, e rischiare di ritrovarsi “casualmente” su pagine porno e per adulti.

Per questo consiglio infatti di installare, se avete figli, quantomeno uno dei programmi che ho elencato in questa breve guida.

Spero vi sia stata utile.
Social Network per Coppie sull’ Amore.
http://ww.votalacoppia.it

Altri Articoli Correlati:

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Marzaro.it

    ottimo articolo…ho spesso clienti che mi chiedono una soluzione a tal proposito…purtroppo mi sono imbattuto anche in piccoli demoni, che disinstallavano il software di controllo….finchè i genitori se ne sono accorti…e allora avevo trovato una soluzione drastica sostituendo i DNS sul router + i filtri… ;-)

  • Ciao, ci sarebbe un 3rzo punto da aggiungere… browser dedicati come KidBrowser o BumperCar.

    Purtroppo invece le etichette ICRAA non hanno molta diffusione.

    Per il punto 1 invece, ci siamo anche noi! ;)

  • Per il computer di casa si può fornire ai propri figli un account di tipo “Guest”.

    Per il Lavoro se siete in ambiente server basta dare solo i privilegi di “User”, ma queste sono guide molto approfondite che richiedono un po di competenze in +.

    Per l’utente casalingo bastano i 2 punti elencati e il terzo aggiunto sui BROWSER da Aula365.

Pinterest