Ho in ostaggio il tuo IPhone



20091107iphone9Una volta c’era l’anonima sequestri che sequestrava persone e chiedeva cospicui riscatti.

Oggi, con l’avvento delle nuove tecnologie, anche i furfanti si sono evoluti e, ad essere sequestrati, sono gli IPhone.

E’ successo tutto in Olanda dove alcuni possessori del telefono di casa Apple hanno visto comparire sul display una scritta che recitava più o meno così:  il tuo Iphone è stato craccato e tutti i tuoi dati sono ora accessibili, se vuoi rendere sicuro il tuo telefono collegati al sito xxx e versa 5 euro tramite paypal.

Quindi un sequestro con tanto di riscatto di 5 euro. Ma come è stato possibile tutto ciò.

I sequestratori informavano inoltre il malcapitato che avrebbero potuto inviare messaggi e effettuare chiamate dal suo Iphone e, ovviamente, a sue spese.

La truffa ha colpito una serie di utenti che, con l’intento di istallare applicazioni non autorizzate avevano utilizzato il protocollo SSH per sbloccare l’Apple Iphone, dimenticandosi poi di modificare la password amministratore.

Questa operazione ha reso gli Iphone vulnerabili ad attacchi esterni che puntualmente sono stati compiuti con la procedura raccontata sopra.

I “sequestratori” dichiaravano inoltre che le loro intenzioni non erano bellicose, volevano solo richiamare l’attenzione sul problema della sicurezza. Ma se è così come mai chiedevano anche il “riscatto”?

Alla fine, come nei migliori film Hollywoodiani per famiglie, il cattivo si è pentito ed ha pubblicato sul proprio sito (sito poi oscurato) le istruzioni per riportare gli Iphone “sequestrati” al loro normale funzionamento.

Come si dice in questi casi: tutto è bene quel che finisce bene…. fino al prossimo Hacker!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • trabbo

    bhè… nn è k gli ha resi “vulnerabili” ma completamente aperti. se uno nn cambia la passworld ogni persona con un computer nelle vicinanze ci può accedere con un semplice client sftp. basta mettere come utente “root” e come passworld “alpine” e hai pieno controllo del dispositivo.
    però dovevano essere propio utenti alle prime armi per essersi dimenticati di cambiare passworld o semplicemente di spegnere l’ SSH quando uno va in giro.

  • giorgio

    quasi quasi sembra una scena da film!!!
    da nn crederci!! bisogna starci abastanza attenti!!

Pinterest