Hosting gratuiti o a pagamento?



20090628hosting1

Nell’infinito web in espansione sempre più frequenti sono le aziende che offrono servizi di hosting ,nella maggior parte dei casi a pagamento ,ma che in alcuni casi forniscono gratuitamente!

Tra i più importanti ci sono

  • www.Altervista.org
  • www.Lycos.it
  • www.xoom.it
  • www.netsons.org
  • www.libero.it

     

Ovviamente in caso un utente si rivolga a servizi di HOSTING GRATUITI, ci sono alcune limitazioni a partire dallo spazio a disposizione , per finire all’obbligo da parte dell’utente di pubblicare sul proprio spazio link pubblicitari riferiti ovviamente all’azienda che ha fornito il servizio !

Personalmente penso che se la cifra da pagare annualmente per avere un servizio di hosting a pagamento è ridicola, e per ridicola intendo 20-30 euro l’anno , bisogna riflettere sulla possibilità che quei 20-30 euro possono essere recuperati semplicemente mettendo un banner di un azienda, magari locale, che non vi negherà una cifra in cambio di un po’ di pubblicità !!

Ovviamente il sito deve avere un minimo di visibilità, ma all’aumentare di questa, aumenta anche la cifra che un azienda è disposta a pagare per avere un piccolo spazio sul vostro sito!

In questo modo vi ritroverete con un servizio sicuramente migliore senza cacciare un euro!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest