Hymera il linux made in italy



Questo periodo è senza ombra di dubbio l’era dell’open source, con la grande diffusione di Linux e delle migliaia di software opensource, anche l’Italia ha tentato di mantenersi a passo con i tempi per potersi finalmente gettare a sua volta sul mercato.

Nasce così Hymera, un programma destinato a girare completamente ed esclusivamente sulla chiavetta, ma con a disposizione tre varie versioni: la distro scaricabile gratuitamente, il desktop (a pagamento) e la versione avanzata.


L’impatto iniziale è sicuramente buono, i software gratuiti sono sicuramente ben accetti dalla comunità di internauti, ma sarà davvero un successo? Riuscirà ad avvicinarsi al colosso Linux?

Solo il tempo potrà rispondere ai nostri quesiti, per adesso, se avete bisogno di maggiori informazioni, collegatevi e leggete questo articolo su Hymera.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • utente01

    STORIA DI HYMERA
    Hymera nasce agli inizi di Marzo, all’inizio non se la filava nessuno(nemmeno adesso per la verità) poi all’improvviso la svolta, agli inizi di Giugno iniziano una campagna pubblicitaria su distrowatch senza precedenti che continua tutt’ora (non ho mai visto qualcosa di simile nemmeno per distro molto più famose);
    la cosa strana è che facevano pubblicita su distrowatch che è un sito letto sopratutto da persone che parlano l’inglese ma Hymera non aveva un installer in Inglese, di questo naturalmente si lamentavano sul forum di Hymera gli anglofoli
    la versione di Hymera con l’installer in Inglese viene un mese dopo, bah
    la mia sensazione è che questa pubblicità serva solo a loro per farsi un nome, non serva per aumentare il numero di persone che la usano effettivamente

    altra stranezza
    il 24 Giugno c’è un convegno a Roma dove partecipano alcuni professori dell’Università di Roma e Salerno dove si parla di “OPEN SOURCE E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE” ed è presente il presidente della società che gestisce Hymera un certo Calcagno
    allora mi domando, come è possibile che una distro nata solo 4 mesi prima e che non se la fila nessuno già assurge al ruolo di distribuzione che può leggittimamente partecipare a questo simposio ?

    stranissimo

    altro mistero
    la collaborazione di Hymera con L’Università di Salerno sapete in cosa consiste?
    I commerciali di Hymera hanno distribuito gratuitamente agli studenti delle penne usb con Hymera preinstallato per provarle…tutto quì….
    se andate sul forum di supporto di Hymera (sez. Dipartimento di Informatica ed Applicazioni “R. M. Capocelli”) potrete leggere gli scarsissimi interventi a riguardo

    OBIETTIVO DI HYMERA
    secondo me Hymera ha come mission quello di diffondersi nella Pubblica Amministrazione dove molto spesso le regole di mercato non sono molto seguite

    voi che dite?

Pinterest