I’m coming: l’iPhone invia SMS al “posto” tuo con il GPS



L’iPhone dispone di un modulo GPS che non è detto che possa essere utilizzato solo per i navigatori satellitari, appunto per questo motivo esistono nell’App Store applicazioni che sfruttano questa feature. Una di queste è I’m Coming (1,59 € – App Store), ed è molto valida, in quanto permette di inviare un SMS o una email ad un determinato destinatario, nel momento in cui siamo stati geolocalizzati in un determinato luogo (impostato precedentemente da voi).

L’applicazione può tornare utile in una serie di circostanze, come ad esempio il non doverci ricordare ogni volta di inviare un messaggio ad un conoscente quando siamo quasi giunti sul luogo dell’appuntamento; la sua potenzialità viene espressa al massimo sui tragitti ricorrenti, ovvero quelli in cui si tende a passare sempre in un determinato punto del paese.

Come funziona I’m Coming? Al lancio dell’applicazione è presente uno switch che deve essere attivato ogni volta che l’applicazione deve funzionare, per cui fate attenzione a non dimenticarvene! A questo punto l’applicazione sarà attiva anche in background, come confermato dalla classica freccina colorata accanto all’indicatore di carica della batteria.

Successivamente posizionatevi su “Route Manager” per impostare un alert point sulla mappa, ovvero il punto più o meno preciso in cui volete che sia mandato il messaggio al destinatario, ed i dati del destinatario. A questo punto dovrete anche decidere quale tipo di avviso inviare, potendo scegliere tra:

SMS classico (dovrete aprire la notifica che riceverete non appena sarete giunti sull’alert point; a questo punto confermate l’invio del messaggio con un tap);

Email (viene inviata automaticamente);

SMS background (viene inviato automaticamente, ma per poter disporre di questa feature è necessario essere registrati al servizio smshosting.it ed acquistare del credito).

Nelle impostazioni avrete anche la possibilità di regolare il range di localizzazione sulla mappa e la modalità battery save mode, altamente consigliata perchè tutte le applicazioni che fanno un uso intensivo del GPS sono avide di batteria.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest