I Chromebook verso un ambiente offline



Google Chrome OS è un sistema operativo basato sul web-browser Google Chrome e, in sostanza, costituito solamente dallo stesso web-browser, al quale vengono aggiunte anche specifiche caratteristiche, come per esempio il sistema di accesso per più utenti e l’archiviazione di files, per renderlo simile ai sistemi operativi più diffusi. Tuttavia la particolare struttura di Google Chrome OS (solo un web-browser) lascia intendere di come questo sistema operativo sia progettato per un utilizzo online, per lo sfruttamento di servizi di cloud-computing, come per esempo quelli offerti dall’infrastruttura Google.

E’ possibile anche esercitare un impiego offline di Google Chrome OS grazie al supporto alle varie applicazioni, che sono delle estensioni installabili sia in Chrome sia in Chrome OS e che rendono il celebre browser / sistema operativo una vera e propria piattaforma di supporto alle applicazioni. Ad ogni modo, si tratta pur sempre di piccole applets che consentono di svolgere attività offline. ma non comunque in modo approfondito: in linea di massima Chrome OS è sviluppato per essere utilizzato online.

 

Ed è proprio il difetto più segnalato in Google Chrome OS, ovvero la richiesta di una connessione ad Internet per svolgere la maggior parte delle proprie attività, che presto potrebbe trovare già una parziale soluzione. Infatti per la prossima Google I/O Conference l’azienda di Mountain View avrebbe in mente il progetto di rendere Google Drive, il celebre servizio di archiviazione dati online recentemente rilasciato dall’azienda, offline. Se così fosse, non è esclusa anche una presenza offline della suite Google Docs, visto che agli atti è integrata in Google Drive.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest