I daemons di Linux



Daemon letteralmente vuol dire “demone“, e nei sistemi operativi Unix-Like sta ad indicare un’applicazione che gira in background, ossia un’applicazione, un modulo del sistema che continua a girare sulla macchina per tutto il tempo in cui questa rimane accesa, e resta in “ascolto” per soddisfare le richieste dirette o indirette dell’utente.

Questi demoni si occupano della gestione di servizi del sistema operativo come la rete locale, i processi di stampa, i log del sistema, i protocolli,ecc…

La maggior parte di questi daemons vengono caricati all’avvio del sistema operativo dal processo init.

Un demone resta in attesa su una determinata porta aspettando qualcuno o qualcosa che gli dia un interrupt per eseguire un’operazione. Durante l’attesa il demone è in modalità sleep occupando una quantità irrisoria di memoria.

Il nome dei demoni per convenzione finisce con una d (nomedemoned), per esempio il demone di stampa: cupsd.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest