I Floppy Disk vanno in pensione



Ci siamo, ancora un pezzetto d’informatica che ci lascia, va in pensione. Il Floppy Disk da 3.5″, che raggiunse gli 1.44 Mb di capienza alla metà degli anni ’80 con i supporti HD (High Density), va in cantina da marzo del 2011 anche in Giappone.

Sony, che invetò il floppy da 3.5″ e che, con l’aiuto di Apple e Commodore lo impose sul mercato, ha già fissato per marzo 2011 la fine della commercializzazione del supporto che ha sostituito i floppy da 5″ e un quarto.
Ancora oggi alcuni Pc desk montano unità floppy da 3.5″, come li installavano di serie gli Hewlett Packard dal 1983, i primi a montare questi dischi in ambiente Ms-Dos (all’epoca Windows non esisteva ancora) e tutta la famiglia Amiga di Commodore, già dal primo A500.

In realtà il floppy è stato già accantonato, anche se ancora venduto, a favore dei più partici CD-Rom, tanto che la Apple ha già abbandonato dalla fine degli anni ’90, con gli iMac, questo glorioso supporto, ormai destinato a sparire, e dal 2007 in alcuni Pc desktop e nei laptop non è più presente la mitica fessura per questi supporti.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • tuonoazzurro

    Era ora. :)

Pinterest