I pagamenti via cellulare: una tecnologia emergente



20100121cellL’Osservatorio Nfc & Mobile Payment della School of Management del Politecnico di Milano prevede che entro 3 anni un italiano su 4 utilizzerà il cellulare per effettuare pagamenti.

Fino ad ora gli unici esempi reali sono quelli che si appoggiano agli SMS (l’acquisto dei permessi di parcheggio in alcune città italiane è forse l’esempio più comune).

Il pagamento utilizzando il cellulare, detto anche “mobile payment“, stenta a decollare per i seguenti motivi principali:

  • manca una cultura adeguata presso i negozianti
  • si deve migliorare la percezione degli utenti
  • ci si deve dotare della tecnologia necessaria
  • si deve garantire la sicurezza delle transazioni
  • il quadro normativo del nuovo sistema deve essere chiaro

I primi due punti sono relativi alle persone interessate delle transazioni, cioè venditore ed acquirente ee la prima azione è di far sentire ad entrambi gli attori il nuovo sistema come qualcosa di facile e sicuro, come oggi utilizziamo PagoBancomat e Carta di Credito.

20100121rfidEntrambi gli attori devono essere dotati della tecnologia adeguata per questa nuova forma di pagamento, in particolare per quella chiamata “mobile payment contacless” dove i pagamenti sono effettuati utilizzando le etichette Rfid e la tecnologia Nfc (Near Field Communication) come la spesa in un punto vendita della grande distribuzione o il pagamento del biglietto dei mezzi di trasporto.

Questo sistema, sicuramente il migliore, dipende anche dall’ hardware: servono cellulari con il microchip Rfid integrato e dei relativi lettori di prossimità (come quelli presenti sugli autobus per gli abbonati con tessera digitale).

Ovviamente i gestori di queste tecnologie devono strutturarsi per garantire la massima sicurezza nelle transazioni che saranno pienamente accettati solo se il sentiment sarà di massima tranquillità nell’utilizzo; di pari passo la normativa relativa dovrà essere creata e adeguata alle nuove regole.

Gli utenti sono attratti da questa nuova tecnologia e disponibili all’utilizzo, speriamo sia resa disponibile il più velocemente possibile.

aBellina (www.abspace.it)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest