I segreti dell’elicottero di Obama liberamente condivisi sul P2P



Uno sprovveduto contractor della difesa statunitense installa un client della rete Gnutella su un computer contenente numerosi file top secret e le informazioni relative all’intero sistema avionico dell’elicottero presidenziale Marine One arrivano ad essere liberamente condivise finanche su server iraniani.

La vicenda, che avrebbe avuto inizio tra ottobre e novembre, è stata portata alla luce nei giorni scorsi da Tiversa, un’azienda che monitora i network di condivisione file per agenzie governative e grandi aziende. Secondo Sam Hopkins, CTO e co-fondatore di Tiversa, quella di scandagliare a fondo il peer to peer alla ricerca di informazioni sensibili sarebbe ormai una tecnica standard utilizzata da numerose intelligence. “Quando ebbe inizio la guerra in Iraq – racconta Hopkins – eravamo perfettamente in grado di sapere cosa stessero facendo le truppe statunitensi  poiché numerosi soldati avevano installato numerosi client  P2P anche su computer sicuri, compromettendo le informazioni in essi contenute“.


Sull’incidente indagano le autorità federali e la Sikorsky, l’azienda produttrice del velivolo.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest