I vantaggi di connessione di una città



La Telecom Italia sta iniziando da Catania, con un grosso investimento, per la connessione ultraveloce, utilizzando le così dette <minitrincee>, simili a delle lame meccaniche che consentono, grazie a scavi di pochi centimetri di larghezza e di soli trenta centimetri di profondità , di ridurre in gran parte l’impatto ambientale e i disagi per i cittadini e automobilisti, i rischi di incidenti sul lavoro, i tempi necessari per la realizzazione di infrastrutture di telecomunicazioni.

Questi vantaggi fanno capire subito a che serve una nuova rete a fibra ottica a cento megabit, perchè magari c’è gente che ha bisogno di più tempo per capire a cosa serve una connessione velocissima. Basta inoltre con escavatori che occupano mezza strada, infatti verranno utilizzati tecniche e mezzi meccanici innovativi ed a basso impatto ambientale.

Il progetto parte da due zone di Catania, una sulla costa e l’altra nel centro storico, scelti per la loro vivacità,per la presenza di alberghi e per la realtà imprenditoriale che li caratterizza, così entro il 2011 saranno collegate, con la fibra ottica a cento megabit al secondo, queste due zone e poi ci sarà la copertura totale entro il 2013.

Gli addetti ai lavori, l’amministratore delegato della Telecom, hanno scelto Catania, come pilota, non solo per le infrastrutture a fibra ottica di cui già dispone e che si possono utilizzare, ma anche per il dinamismo della realtà imprenditoriale, per i giovani attenti alle innovazioni tecnologiche, per strutture quali il Parco Scientifico e Tecnocologico e per l’Istituto nazionale di Fisica nucleare, come pure per il collegamento tra imprese e università

Con la rete a fibra ottica a cento megabit saranno resi possibili molti servizi, sia per esigenze di comunicazione tra imprese,che per i privati e il comune che potrà sperimentare la città intelligente monitorando su standard superiori i flussi di traffico e l’accesso alle Zone a traffico limitato, gestendo servizi informatici avanzati,semafori intelligenti e impianti di video sorveglianza, si possono sperimentare connessioni che rendono molto più veloci ed efficaci gli attuali servizi a banda larga come la Tv ad alta definizione,la telepresenza, i servizi per le imprese e il monitoraggio del territorio, l’infomobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest